Nessun dubbio: i due bambini italiani non hanno il coronavirus. Le ultime notizie dallo Spallanzani

La coppia di turisti cinesi ricoverati da 11 giorni invece è ancora in terapia intensiva: «Le loro condizioni cliniche sono stazionarie».

I due bambini di 4 e 8 anni arrivati ieri dalla Cecchignola allo Spallanzani non hanno più la febbre e sono «in buone condizioni generali». E non solo. Dopo il secondo test, i dubbi sulla presenza del Coronavirus sono stati completamente dissipati. Niente contagio quindi: i bimbi possono tornare alla Cecchignola dove potranno completare il periodo di sorveglianza prima di venire dimessi con tutti gli altri italiani che al momento si trovano nella struttura.

Le condizioni della coppia di turisti cinesi

La coppia di turisti cinesi ricoverati da 11 giorni allo Spallanzani è ancora in terapia intensiva: «Le loro condizioni cliniche sono stazionarie, con parametri emodinamici stabili. Continua il trattamento antivirale. La prognosi è tuttora riservata». In «buone condizioni generali» anche il 29enne della provincia di Reggio Emilia, che non ha febbre e «continua la terapia antivirale»

I turisti cinesi in quarantena

Per la comitiva di turisti cinesi che era in compagnia della coppia risultata positiva «continua la quarantena», essendo stati «contatti primari» con i due casi. Sono stati 53 i pazienti finora sottoposti ai test sul coronavirus allo Spallanzani:

«Di questi, 38 risultati negativi al test, sono stati dimessi 15 pazienti sono tuttora ricoverati, tre sono casi confermati (la coppia cinese attualmente in terapia intensiva ed il giovane proveniente dal sito della Cecchignola), 10 sono pazienti sottoposti a test per la ricerca del nuovo coronavirus in attesa di risultato, 2 sono pazienti che, risultati negativi al test per nuovo coronavirus, rimangono comunque ricoverati per altri motivi clinici».

Leggi anche: