Padova, blitz di CasaPound sulle foibe. Striscione contro l’Anpi: «Difende i titini? Negazionismo & quattrini»

Oltre allo striscione, il movimento di estrema destra ha distribuito lo stesso slogan con un volantinaggio all’università

Nuovo blitz di CasaPound sulle foibe. Il movimento di estrema destra a Padova ha diffuso volantini all’università e appeso striscioni nei muri della città. In uno di questi si legge: «Anpi difende i titini? Negazionismo & quattrini». Il messaggio è apparso identico in un centinaio di altre città italiane, dopo le polemiche sul giorno del ricordo e la commemorazione dei martiri delle foibe.

In mattinata i neofascisti hanno inoltre diffuso all’università un volantino che riporta lo stesso slogan. Le iniziative sono state rivendicate attraverso una mail inviata alle redazioni dei giornali: «Non ci stiamo all’ipocrisia di chi ritiene l’Anpi intoccabile solo per il nome che porta» sottolinea CasaPound in una nota.

«Chi definisce ‘presunta vittima’ una martire come Norma Cossetto. continua CasaPound – studentessa istriana violentata e infoibata dai partigiani titini nel 1943, o mette in dubbio l’esistenza di un progetto di pulizia etnica come quello del comunismo jugoslavo che ha fatto 10.000 morti e 350.000 esuli dovrebbe essere tenuto fuori dalle celebrazioni di una data come il Giorno del Ricordo, e invece all’Anpi ha aperto le porte persino del Senato a una conferenza dal titolo che evocava la retorica riduzionista».

Leggi anche: