Coronavirus, bloccato a Lione un bus proveniente dall’Italia: ricoverato l’autista

Dopo un blocco di qualche ora, l’autista è stato portato in ospedale insieme a un altro passeggero

Ancora un blocco per gli italiani in viaggio all’estero a causa dell’emergenza Coronavirus. È stato fermato a Lione, nel sud della Francia, un bus proveniente da Milano. Secondo i media locali, lo stop del mezzo è scattato dopo che una passeggera ha chiamato la polizia, allarmata dalla «forte e anomala tosse» dell’autista. I passeggeri del pullman della compagnia Flixbus (che era diretto verso Bordeaux) sono stati bloccati questa mattina 24 febbraio, intorno alle 7, all’autostazione di Perrache e sono rimasti «confinati» lì fino alle 12:30. Alla fine, l’autista del pullman è stato caricato in ambulanza e ricoverato in ospedale per effettuare le necessarie analisi. Con lui sarebbe stato ricoverato anche un passeggero, anch’egli affetto da sintomi di influenza, anche se meno marcati rispetto a quelli dell’autista.

Le testimonanze

«Per più di due ore non sapevamo cosa stesse accadendo, è stato davvero stressante», ha detto uno dei passeggeri a Le Progres.

«C’era un autobus con le porte chiuse e con alcuni poliziotti in giro», ha dichiarato un altro. «Poi sono arrivati alcuni a dare loro delle maschere. Ho sentito che stavano aspettando un autobus che veniva dall’Italia e che gli era stato ordinato di non lasciare che i passeggeri vi scendessero».

Leggi anche:

Foto copertina: Twitter