Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

La disinformazione Whatsapp del coronavirus che non contagia gli extracomunitari vaccinati contro la TBC

Circola online l’ennesimo testo contenente falsità sul coronavirus che viene preso come oro colato dagli utenti a casa

In questi giorni circola un messaggio Whatsapp dove si sostiene che in Lombardia non risulterebbe alcun cittadino extracomunitario infetto da Coronavirus.

Te la giro come mi e arrivata …
Se reale bisogna fare una rivoluzione!!!
Quindi la considerazione è questa ipotesi sul Coronavirus.
Leggere con calma.
In tutta la Lombardia, dove abito, ho interpellato gli Ospedali di Bergamo, Civili di Brescia, Cremona, Chiari, e…in quasi 2000 ricoverati in terapia intensiva… sorpresa!
non risulta nessun extracomunitario
he abbia il Coronavirus. Possibile che siano tutti sani?
Allora faccio un esempio, a Borgo San Giacomo, solo gli italiani hanno preso il Covid19.Come mai? Sono 5000 abitanti di cui 3500 indiani e 1500 italiani, giovani e vecchi. Gli indiani giovani e vecchi: 50 e 60 enni sono in un numero importante. Cosa mi dicono gli indiani: noi non lo prendiamo Il corona… boh… forse per noi è una normale influenza, a noi non viene la polmonite perche’ siamo vaccinati contro la Tubercolosi. Quando ci ammaliamo dopo uno, due giorni passa. Solo voi italiani che non siete piu’ vaccinati (il vaccino dura 20 anni e se non c’è nessun richiamo vaccinale forse siete di nuovo esposti a polmonite) dalla tubercolosi e vi ammalate, prima di influenza ma poi di polmonite. Soprattutto gli anziani, che ormai è da 40 anni che non fanno richiami. Cosi i bambini italiani non si ammalano (non di Corona…che attiva la Tubercolosi) di polmonite perche’ sono vaccinati contro la TBC. Vaccino che dura fino a 19/20 anni. Ovviamente anche i vostri ventenni cominciano ad ammalarsi di Cov e Tubercolosi. Perche’ da Voi non c’e’ piu l’obbligo di fare il richiamo. Ma Pensa!!!! La Lombardia ha la piu’ alta concentrazione di Extracomunitari, Senegalesi, Bengalesi, Egiziani, Marocchini, Rumeni, Albanesi, Tunisini, Algerini…e non c’è ne manco uno con la polmonite?!?!?! Perche’ sono giovani????  Noooooooo….perche’ sono tutti coperti da vaccino Tubercolosi, che e’ un protocollo di copertura previsto (DALLE ASL) per gli extracomunitari!!!!
Fate una verifica e vedrete che in tutti gli ospedali, non c’è un extracomunitario di qualsiasi eta’ positivo o ricoverato per COV19!!!!!!!!!!
Come e’ possibile!?!?!? Solo gli italiani….allora… MEDITARE GENTE

Tra i primi ad esprimersi con fermezza contro questo testo è stato Roberto Burioni con il seguente post Facebook:

L’ultima delle bufale è che il coronavirus non colpisce gli extracomunitari. Chi è dotato di sprezzo del pericolo può venire dove mi trovo in questo preciso momento, al San Raffaele di Milano, per controllare di persona che non è assolutamente vero.

Dopo aver contattato alcuni uffici stampa degli ospedali citati, la risposta è stata la medesima: sono a conoscenza del messaggio, non si comprende chi lo abbia diffuso e come abbia ottenuto simili informazioni, etichettando il messaggio come «bufala». Toglietevi dalla testa che un extracomunitario non possa contagiarsi, pensate almeno che nei paesi citati nel messaggio ci sono casi di Covid-19 accertati. Andiamo però avanti.

Differenza tra contagiati e ricoverati

Risulta molto strano il discorso degli ospedali come luogo di informazione per comprendere se ci siano o meno contagiati nella popolazione extracomunitaria residente in Italia. Al momento, secondo i dati forniti il 22 marzo dalla Protezione Civile, risultano ricoverati circa 19 mila persone mentre si trovano in isolamento domiciliare circa 23 mila. Chi viene ospedalizzato sono persone a rischio, che hanno bisogno di essere tenute sotto controllo, soprattutto in terapia intensiva dove si riscontra un numero pari a 3.009 casi. Non possiamo sapere, al momento, chi tra i contagiati in isolamento domiciliare sia extracomunitario o meno.

Vaccino contro la TBC e Covid-19

Partiamo da una info, ossia chi viene vaccinato in Italia. Ecco cosa riposta Epicentro dell’Istituto Superiore di Sanità:

Attualmente l’unico vaccino a disposizione contro la tubercolosi è il vaccino vivo attenuato BCG (bacillo di Calmette Guérin) che efficace nella prevenzione di forme gravi infantili della malattia (meningite e altre forme di Tb disseminata nei neonati e nei bambini). Il vaccino è utilizzato spesso in bambini piccoli in Paesi con un’elevata incidenza di Tb. In Italia il vaccino è utilizzato solo in alcune categorie a rischio. Attualmente sono in corso numerosi sperimentazioni per la ricerca di vaccini più efficaci.

Dunque, viene meno la parte del messaggio Whatsapp «Cosi i bambini italiani non si ammalano (non di Corona…che attiva la Tubercolosi) di polmonite perche’ sono vaccinati contro la TBC». Infatti, nel calendario vaccinale italiano non è riportato quello contro la Tubercolosi.

Ora torniamo al tema legato al Covid-19. Il vaccino contro la TBC opera contro un batterio, mentre sappiamo che per quanto riguarda il Covid-19 si parla di un virus. Tuttavia, è in corso uno studio su 1000 persone in Olanda dove metà di questi sarà vaccinato contro la TBC e altri riceveranno un placebo, il tutto per comprendere se ci sarà un riscontro del sistema immunitario contro il nuovo coronavirus.

Conclusioni

Il messaggio riportato via Whatsapp non trova riscontro. Non è assolutamente vero pensare che gli extracomunitari possano contrarre il coronavirus, visto anche i casi riscontrati in Africa e altri paesi del mondo. La teoria del vaccino per la TBC e il coronavirus non ha riscontro a livello scientifico, dovremmo attendere gli studi adatti, ma la disinformazione a riguardo rischia di far pensare alle persone vaccinate di non correre il rischio di contagio. Questo messaggio Whatsapp, inoltre, corre il rischio di far intasare i centralini dei centri vaccinali alla ricerca della vaccinazione.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: