In Italia oltre 101 mila casi totali di Coronavirus. 812 morti, crescono di 1.590 i guariti – Il bollettino della Protezione civile

Aumenta il numero dei pazienti dimessi, ma cresce anche quello delle vittime. Dimezzata la quota dei nuovi contagi, con 1.590 nelle ultime 24 ore. I casi totali superano la quota di 100 mila, con la Lombardia ancora più colpita tra tutte le regioni

Il bollettino del 30 marzo

Sono ormai oltre 100 mila i casi totali di pazienti contagiati dal Coronavirus in Italia. Secondo l’ultimo bollettino presentato dal Capo della Protezione Civile Angelo Borrelli sono arrivati a 101.739: 4.050 in più rispetto al dato di ieri. Le vittime nel Paese sono salite a 11.591, 812 nelle ultime 24 ore. I pazienti guariti in totale sono 14.620, 1.590 solo nella giornata di ieri. «È il numero più altro da quando è iniziata l’emergenza», ha detto Borrelli.


Al momento il totale dei pazienti positivi è 75.528. Di questi 3.981 sono in terapia intensiva, 27.795 sono ricoverati con sintomi e 43.752 si trovano in isolamento domiciliare.

Ieri e oggi a confronto

Ieri, nelle singole regioni, i casi di persone positive al Covid-19 erano i seguenti: 25.392 in Lombardia, 10.535 in Emilia Romagna, 7.251 in Veneto, 7.268 in Piemonte, 3.160 nelle Marche, 3.511 in Toscana, 1.292 a Trento, 1.034 a Bolzano, 2.279 in Liguria, 2.362 nel Lazio, 1.556 in Campania, 1.141 in Friuli Venezia Giulia, 1.432 in Puglia, 1.169 in Abruzzo, 898 in Umbria, 1.330 in Sicilia, 582 in Sardegna, 539 in Valle d’Aosta, 577 in Calabria, 197 in Basilicata e 100 in Molise.

L’andamento dei nuovi contagi negli ultimi 10 giorni

I pazienti positivi nelle regioni

In base ai dati ufficiali della Protezione civile, il numero di persone al momento positive al SARS-CoV-2 è così distribuito di regione in regione:

I casi (totali) provincia per provincia

Leggi anche: