Coronavirus, Roche lancia i suoi test sierologici per individuare gli anticorpi. Saranno in vendita da maggio

La multinazionale del farmaco lancia il kit per analisi e si dice pronta a renderlo subito disponibile sul mercato mondiale

La casa farmaceutica svizzera Roche – una delle maggiori multinazionali del settore – ha velocizzato le procedure di produzione e distribuzione di test sierologici in grado, a suo dire, di individuare la presenza di anticorpi nei pazienti esposti al contagio da Coronavirus così da riuscire a capire se sia stata sviluppata o meno un’immunità al virus. I test, annuncia la società, saranno in vendita a partire da maggio.

A cosa servirà

Roche ha fatto sapere che il test sarà disponibile agli «inizi di maggio» nell’Unione europea e che proprio in queste ore sta lavorando con la Farm security administration americana «per un’autorizzazione d’emergenza». «L’individuazione di questi anticorpi potrebbe aiutare a indicare se una persona ha sviluppato un’immunità al virus» e «a identificare pazienti che sono stati colpiti dal virus, specialmente coloro che non manifestano sintomi», spiegano dalla casa farmaceutica.

I test sierologici, dunque, potrebbero essere utili, ad esempio, quando sarà il momento di fare ritorno alla sede di lavoro e per il rilascio della cosiddetta “patente di immunità” anche se sull’attendibilità delle analisi sierologiche il dibattito è in corso con alcuni scienziati che frenano e spingono sull’affiancamento dei test ai tamponi.

La lotta al Covid-19

Si tratta di un tipo di verifica che potrebbe «aiutare negli screening prioritari fra gruppi ad alto rischio, come i lavoratori sanitari, i fornitori di prodotti alimentari che possono aver già sviluppato un certo livello di immunità e che possono continuare a servire o ritornare al lavoro. Aver compreso di più circa l’immunità al Covid-19 può anche aiutare la società a tornare più velocemente alla normalità», spiegano.

E in effetti anche in Italia alcune Regioni hanno iniziato a usare i sierologici per verificare lo stato di salute delle categorie a rischio. Il Ceo di Roche, Severin Schwan, ha detto di aver «accelerato la produzione per assicurare una veloce disponibilità del test a livello globale». Tutto dovrebbe essere pronto, dunque, per gli inizi di maggio.

«Il test sugli anticorpi è un importante passo avanti nella lotta al Covid-19. Il test di Roche può essere prodotto rapidamente in grande quantità e reso ampiamente disponibile nel mondo», ha concluso Thomas Schinecker, Ceo di Roche Diagnostics.

Foto in copertina di repertorio: Andrea Canali per Ansa

Il parere degli esperti:

Leggi anche: