Coronavirus, la mensa del Parlamento europeo si trasforma e sforna pasti per i bisognosi – Il video

La cucina dell’Immeuble Louise Weiss, sede dell’istituzione a Strasburgo, è rimasta aperta e funzionante: sta lavorando per offrire cibo alle persone in difficoltà

Le sedute plenarie non si celebrano più da tempo: le riunioni si svolgono tutte in videoconferenza. L’emiciclo che ospita i 705 parlamentari è deserto, ma anche i funzionari e gli altri dipendenti del Parlamento europeo, a Strasburgo, hanno smesso di varcare gli ingressi. La cucina che fornisce loro i pasti avrebbe potuto chiudere i battenti.

Invece i fornelli dell’Immeuble Louise Weiss sono rimasti accesi: la cucina del Parlamento europeo è diventata la base nella quale si preparano migliaia di pasti freddi e caldi per i cittadini di Strasburgo in difficoltà. L’esperienza del Parlamento europeo è un esempio di come, durante l’emergenza da Coronavirus, anche i palazzi delle istituzioni più alte possono subire delle riconversioni per fronteggiare le nuove difficoltà.

Il parere degli esperti:

Leggi anche: