Silvia Romano, lo sfogo del padre: «È fragile questa figlia mia, certo giornalismo la sta massacrando. Se le succede qualcosa ne saranno responsabili» – Esclusivo

Enzo Romano difende la figlia, bersaglio di insulti e pesantissime critiche per la sua scelta di convertirsi all’Islam

Silvia Romano è appena arrivata nella sua casa a Milano. Ad accoglierla c’erano decine di giornalisti e alcuni vicini di casa, affacciati al balcone. L’ex cooperante non ha rilasciato dichiarazioni, entrando nel palazzo scortata dalla mamma e dalla sorella. Sorridente, ha salutato dal balcone i tanti amici del quartiere che l’avevano attesa sotto la pioggia. Intanto il papà, al telefono con Open, si lascia andare a uno sfogo amaro.

L’arrivo di Silvia Romano nella sua casa a Milano | Fabio Giuffrida per Open

«La stanno massacrando», dice Enzo Romano, dopo una giornata che lo ha turbato e provato. Ha letto questa mattina i titoli de Il Giornale e di Libero che attaccavano la ragazza per la conversione all’Islam e chiedevano al governo ragione del pagamento del riscatto. E poi, alcuni commenti sui social che hanno gettato un’altra ombra pesante sulla festa. «Se le succede qualcosa se lo porteranno sulla coscienza. Siamo o no un Paese dove c’è libero culto? Siamo o no un Paese civile?».

Silvia Romano saluta dalla finestra di casa sua, appena arrivata a Milano | Giada Ferraglioni per Open

Lo sfogo di Enzo, «sull’orlo di una crisi di nervi», si interrompe mentre Silvia si affaccia dal balcone di casa. E aggiunge commosso: «Ma la vedete, lei è già fragile, questa figlia mia. Pensate che le farà bene leggere certe cose?». Poi, con la voce rotta dall’orgoglio, conclude: «Grande figlia mia. La mia bambina è spontanea. La conversione? Non è stata manipolata, questo è certo».

Leggi anche: