Silvia Romano, al-Shabaab smentisce interviste ai media italiani sul riscatto: «Sono fake news»

Un sito somalo, molto informato sulle questioni relative ad Al-Shabaab, avrebbe raccolto le dichiarazioni di un funzionario del gruppo terroristico: «Il quotidiano italiano Repubblica ha pubblicato un’intervista falsa»

Il portavoce del gruppo terroristico al-Shabaab Ali Dehere ha rilasciato un’intervista a Repubblica nella quale spiegava che «con i soldi del riscatto di Silvia Romano, il gruppo comprerà armi per la jihad, cibo e medicine». Il giorno dopo spunta l’ipotesi che quell’intervista non sia mai avvenuta. «Non c’è stata nessuna dichiarazione del portavoce ai media italiani». A scriverlo in un articolo in prima pagina è il sito SomaliMeMo, canale di comunicazione usato spesso da al-Shabaab. Bollata l’inchiesta italiana come “fake news”. Un funzionario storico del gruppo ha detto che «il quotidiano italiano Repubblica ha pubblicato un’intervista falsa».

Lo stesso funzionario ha affermato, si legge sul sito somalo, che «le dichiarazioni false sono una spinta al razzismo che negli ultimi giorni ha portato agli attacchi contro la donna musulmana Aisha Romano». La conclusione dell’articolo è un’accusa ai media occidentali avvezzi, secondo SomaliMeMo, ad attribuire false dichiarazioni ai membri di al-Shabaab. Dove stia la verità non è possibile verificarlo. Per questo potrebbe seguire una replica di Repubblica e dell’autore dell’intervista dal titolo Il portavoce di Al Shabaab: “I soldi del riscatto di Silvia per finanziare la jihad”.

Foto in copertina di SomaliMeMo / Sheikh Ali Dheere

Leggi anche: