Belgio, la protesta di medici e infermieri contro la premier

Secondo i dati diffusi dalle stesse autorità belghe, il piccolo paese ha il più alto rapporto tra morti e malati di Covid-19

La premier belga Sophie Wilmes è sotto accusa per la gestione dell’emergenza Coronavirus nel proprio paese. E il tentativo di reagire al calo di popolarità esponendosi in prima persona, almeno per il momento, non sembra aiutarla a riconquistare la popolarità perduta. Ieri, 16 maggio, ha fatto visita ad uno dei principali ospedali del paese. Ma la reazione di medici e infermieri è stata quella, altamente simbolica, di girarle le spalle mentre l’auto di rappresentanza varcava il viale di ingresso alla struttura.


Il Belgio risulta essere lo stato con il più alto tasso di “letalità” da Covid-19 al mondo. Le autorità dichiarano di aver incluso nel conteggio anche le morti su cui si sospetta un legame col Coronavirus. E sebbene, anche per queste affermazioni, sulla validità dei numeri diffusi ci sia dibattito, quelli provenienti da Bruxelles lasciano raggelati. Al momento, su 11.583.464 cittadini, il Belgio registra 55.280 persone che hanno contratto il virus e 9.052 vittime. Solo ieri sono state 47.

Video di copertina tratto dal profilo twitter di @JoshuaPotash

Foto di copertina Ansa | Sophie Wilmes

Leggi anche: