«Via col Vento raffigura pregiudizi etnici e razziali»: Hbo rimuove dal suo catalogo lo storico film

Il network americano ha spiegato che la rimozione è solo temporanea e che la pellicola tornerà quando sarà possibile avere una discussione sul contesto storico

Sulla scia delle proteste per la morte di George Floyd, Hbo Max ha deciso di rimuovere temporaneamente dal suo catalogo Via col Vento, la pellicola cult del 1939 vincitrice di 8 premi oscar. «È un film che, quando non ignora gli orrori della schiavitù, fa una pausa solo per perpetuare alcuni degli stereotipi più dolorosi delle persone di colore», ha scritto lo sceneggiatore di 12 anni schiavo, John Ridley, in un editoriale sul Los Angeles Times. Riflessioni che hanno spinto i vertici di Hbo a togliere il film dal catalogo, come ha comunicato un portavoce a Variety.

«Via Col Vento è un prodotto del suo tempo e raffigura alcuni dei pregiudizi etnici e razziali che, purtroppo, sono stati all’ordine del giorno nella società americana», ha detto la fonte del network. «Queste rappresentazioni razziste erano sbagliate allora e lo sono oggi, e abbiamo ritenuto che mantenere questo titolo senza una spiegazione e una denuncia di quelle rappresentazioni sarebbe irresponsabile». La sospensione, ha chiarito Hbo Max, sarà temporanea. Il film tornerà disponibile quando sarà possibile avere una discussione sul suo contesto storico.

La trama ha luogo in una piantagione fuori Atlanta dopo la guerra civile americana. Racconta la storia d’amore di Scarlett O’Hara (Vivienne Leigh) figlia di un proprietario di piantagione, e Rhett Butler (Clark Gable), un collega aristocratico del sud. Alla sua uscita nel 1939 il film batté ogni record di incassi, diventando la pellicola più vista nella storia del cinema americano e consacrando Hattie McDaniel come la prima attrice afroamericana a vincere un oscar.

Leggi anche: