Trump sbaglia acronimo e su Twitter ringrazia le SS

L’abbreviazione giusta dello United States Secret Service è USSS, ma il Presidente ha scritto SS, esattamente come le Schutzstaffel del Terzo Reich

Da una parte lo United States Secret Service, l’agenzia del governo degli Stati Uniti che si occupa della protezione del Presidente e della sua famiglia. Dall’altra le Schutzstaffel, le milizie del Terzo Reich che dal 1925 si sono occupate della sicurezza personale di Adolf Hitler. Due organizzazioni che hanno poco in comune se non fosse che Donald Trump in un tweet ha deciso di ringraziare lo United States Secret Service abbreviandolo proprio in S.S.


«I manifestanti, gli agitatori, gli anarchici (Antifa) e gli altri sono tati gestiti molto facilmente dalla Guardia Nazionale, dalla polizia di Washington e dal S.S. OTTIMO LAVORO». Come si può intuire da queste parole, il tweet serviva per ringraziare le Forze dell’Ordine che si sono occupate di gestire le proteste davanti alla Casa Bianca nate dopo la morte di George Floyd. Proteste che hanno portato anche all’installazione di una barriera temporanea davanti alla residenza presidenziale.

L’ironia del feed: la Casa Bianca come un bunker

Facile intuire quale sia l’umore dei commenti al tweet di Trump. Molti hanno rilanciato meme dedicati al bunker, come viene definita la nuova versione della Casa Bianca circondata da un muro. Altri ironizzano sul fatto che il Presidente si sia, indirettamente, associato al dittatore nazista. Un utente cerca anche di vendere le sue magliette dedicate a Trump che riprendono il logo di Burger King trasformandolo in Bunker King.

Ma quindi, quale sarebbe l’acronimo giusto per United States Secret Service? Il modo giusto per abbreviarlo è USSS oppure si può usare la formula Secret Service. Forse il Presidente, o chi gli ha scritto il tweet, è caduto vittima della necessità di abbreviare il più possibile le frasi per Twitter: il suo commento misura in tutto 280 caratteri, il limite massimo consentito dalla piattaforma.

Leggi anche: