Da epidemiologo a rocker: l’esibizione di Lopalco alla chitarra per ringraziare gli operatori sanitari – Video

Ha tolto il camice bianco per indossare un’insolita veste da chitarrista. O, come si è definito lui stesso, «strimpellatore selvaggio»

Lo avevamo lasciato con il camice bianco, mentre si riaccendeva la polemica dopo le sue dichiarazioni con cui ha contraddetto alcuni colleghi, come Alberto Zangrillo e Giuseppe Remuzzi, convinti che il Coronavirus abbia perso intensità. Lo ritroviamo con la giacca di pelle e chitarra in mano in un’esibizione che però ha sempre per protagonista la sanità. L’epidemiologo Pier Luigi Lopalco, capo della task force pugliese per l’emergenza, si è esibito nel Festival della musica a Bari, indossando le insoliti vesti di chitarrista. O, come ha detto lui stesso, di «strimpellatore selvaggio».

Il concerto è stato organizzato dalla Regione Puglia e dall’Asl per ringraziare gli operatori sanitari: il gruppo composto da medici aveva proprio l’epidemiologo alla chitarra insieme al direttore generale dell’Asl Bari, Antonio Sanguedolce, alle tastiere l’anestesista Felice Spaccavento, la voce del coordinatore regionale dei medici del Lavoro, Danny Sivo. «È stato un momento di leggerezza per sottolineare che siamo usciti da una fase molto dura, siamo qui a testimoniare la nostra vicinanza ai colleghi che si sono spesi senza riserve. Si sono sacrificati tutti, in alcuni casi hanno sacrificato addirittura se stessi. Per questo è doveroso dire grazie», ha detto Lopalco alla Gazzetta del Mezzogiorno.

Leggi anche: