Sondaggio, per gli italiani Mattarella e Conte meritano un aumento di stipendio (così come prof e infermieri)

I salari riconosciuti alle varie figure dello Stato non rispecchiano il loro reale valore e impegno. Così come accade per certe figure professionali, largamente considerate sottopagate

Secondo gli italiani il premier Giuseppe Conte guadagna troppo poco, così anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. I parlamentari, invece, se la passano fin troppo bene e, a fine mese, dovrebbero trovare qualcosa in meno in busta paga. È quanto emerge da un sondaggio condotto dall’istituto Noto e riportato da Il Giorno che basa i risultati sull’immaginario collettivo del Paese. I dati raccolti si riferiscono a quanto lo Stato dovrebbe pagare una carica pubblica e a quanti soldi quella carica effettivamente percepisce – sempre secondo le ipotesi degli italiani. Ogni cifra è dunque fittizia, non aderente alla realtà, ma si basa su delle stime.

Le cifre

Se Mattarella guadagna 12.000 euro mensili, secondo gli italiani dovrebbe esserci un incremento di 6.000 euro, portando il suo stipendio finale a 18.000 euro. Stessa cosa per Conte: dai 6.700 percepiti, il compenso ideale sarebbe di 8.000 (+1.300). C’è invece un allineamento per i ministri: sia lo stipendio sperato che quello incassato raggiungono i 4.500 euro.

Diversa è la situazione per i parlamentari nazionali che, secondo il campione intervistato, hanno una retribuzione eccessiva. Da uno stipendio di 12.290 euro, lo Stato dovrebbe invece versare per ognuno di loro 3.000 euro al mese – decurtando, di fatto, più di 9.000 euro per ogni mensilità. Lo stesso accade per i parlamentari europei: dai 14.000 euro guadagnati, la cifra ideale, per gli italiani, è di 4.000.

Taglio degli stipendi, ma in misura minore in alcuni casi, anche per assessori regionali (-2.395), sindaci (-2.000 euro), consiglieri regionali (-5.800 euro), assessori comunali (-1.400 euro), governatori regionali (-3.300 euro) e presidenti di società pubbliche (-8.000 euro).

Professori e infermieri

Quelle degli infermieri e dei professori di scuola media e superiore sono categorie che, per il Paese, dovrebbero vedere riconosciuti degli aumenti di stipendio. Se quindi il professore guadagna circa 1.960 euro, lo Stato dovrebbe versargliene circa 2.700. Gli infermieri, con uno stipendio di 1.700 euro dovrebbero arrivare almeno a 2.300 alla fine del mese.

Leggi anche: