Migranti, riprendono i flussi nel Mediterraneo: 43 salvati dalla Mare Jonio. Naufragio nell’Egeo: quattro dispersi

La Guardia costiera turca è intervenuta per soccorrere i naufraghi davanti all’isola di Lesbo, salvando 35 persone

Con le condizioni meteorologiche meno avverse, aumenta il volume dei salvataggi dei migranti che cercano di raggiungere l’Europa attraversando il mar Mediterraneo. La mattina del 29 giugno, la Mare Jonio, imbarcazione dell’ong Mediterranea saving humans, ha soccorso 43 persone a rischio di naufragio.

Erano le 6.20 quando i volontari dell’ong sono riusciti a trarre in salvo i migranti, tra cui donne e minori, a circa 40 miglia a Nord di Zuara. «Erano a bordo di un’imbarcazione piena d’acqua e sovraccarica, a rischio di affondare. Adesso sono sani e salvi sulla nostra nave. Benvenuti!», ha scritto Mediterranea saving humans su Twitter.

Più a Est c’è stato un naufragio di 39 persone. Al largo della Turchia, nel mar Egeo, un gommone diretto alle isole greche non ha retto. Per il momento risultano 4 persone disperse. Le altre 35 persone, secondo l’agenzia di stampa turca Anadolu, sono state tratte in salvo dalla guardia costiera turca al largo di Ayvalik, di fronte all’isola di Lesbo.

Leggi anche: