La Ocean Viking verso porto Empedocle. I 180 migranti resteranno in quarantena sulla nave Moby Zaza

Ai naufraghi è stato fatto il tampone i cui risultati si conosceranno domani. Rimarranno per 14 giorni a bordo della Moby Zaza, l’imbarcazione messa a disposizione dalla Protezione Civile per la quarantena

Centottanta migranti, soccorsi in tre operazioni diverse tra il 25 e il 26 giugno. 51 persone tratte in salvo da una barca intercettata vicino a Lampedusa. 67 recuperati da un’imbarcazione a Sud dell’isola della Pelagie e ancora altri 63 trovati nella zona Sar di Malta. Dopo quasi 10 giorni in mare, i passeggeri della Ocean Viking potranno attraccare. La nave della ong Sos Mediterranée si sta dirigendo verso Porto Empedocle, vicino Agrigento.

Questa mattina i medici della Asp e dell’Usmaf di Ragusa hanno fatto i tamponi a tutti le persone a bordo. Gli esiti si sapranno solo nella giornata di domani. In ogni caso i migranti non potranno sbarcare subito, prima dovranno rimanere per 14 giorni sulla nave quarantena Moby Zaza. Questa imbarcazione è stata noleggiata dalla Protezione civile proprio per permettere a chi viene salvato in mare di completare qui il suo isolamento fiduciario.

La Moby Zaza è già stata utilizzata per un’operazione del genere. Al momento infatti a bordo della nave si trovano 208 migranti, recuperati in mare dalla ong Sea Watch. Durante il periodo di isolamento, che si concluderà nella giornata di oggi, 28 di loro sono risultati positivi al Coronavirus. La situazione sulla Ocean Viking stava diventando critica: negli ultimi giorni infatti dalla nave erano arrivate diverse segnalazioni di tentativi di suicidio.

Leggi anche: