Sarà licenziato l’agente che a Miami ha dato un pugno in faccia a una donna afroamericana – Video

Dopo che il video è diventato virale sui social, il capo della polizia ha avviato un’indagine

Uno scontro verbale tra una donna afroamericana e un poliziotto nell’aeroporto di Miami, negli Stati Uniti. Lei gli si avvicina e urla parole incomprensibili. Lui in risposta le sferra un pugno in faccia, buttandola per terra. Il video è stato ripreso dalla bodycam di un altro agente e condiviso sui social dal regista Billy Corben, diventando virale anche alla luce della sensibilità dell’opinione pubblica sul tema dopo le proteste per l’omicidio di George Floyd.


Dopo la diffusione delle immagini sulle principali testate statunitensi e internazionali, dal dipartimento della polizia di Miami hanno fatto sapere che l’agente che ha sferrato il colpo verrà licenziato. «È mia intenzione interrompere il contratto con l’agente coinvolto come risultato delle indagini condotte sul caso», ha twittato il direttore del dipartimento di polizia.

L’uomo, secondo i media statunitensi, sarebbe stato identificato come Antonio Clemente Rodriguez, agente di polizia da 20 anni. Mentre la donna avrebbe solo 21 anni, secondo quanto riporta il Daily Mail. In un primo momento il presidente della Benevolent Association della polizia di Miami-Dade aveva difeso l’operato dell’agente, affermando che «era la donna ad aver aggredito l’uomo perché ha agito in modo provocatorio». Mentre il capo della polizia ha subito avviato l’indagine e ha condannato l’azione del poliziotto.

Leggi anche: