Ponte di Genova, Toninelli: «Autostrade pensava al denaro e non alla sicurezza dei cittadini» – Il video

«Nessuno si permetta di dare al Movimento la responsabilità della mancata revoca, neppure quel signore chiamato Salvini», chiarisce Toninelli

L’ex ministro dei Trasporti ed esponente del Movimento 5 stelle torna sulla questione del Ponte di Genova e della concessione ad Autostrade. Il giorno in cui è stata pubblicata una lettera dell’attuale ministra del dicastero, Paola De Micheli, in cui si affida la gestione del nuovo ponte ad Autostrade, Danilo Toninelli afferma: «Dobbiamo prendere decisioni giuste nell’interesse pubblico, che è quello di non permettere più a chi non è stato in grado, perché pensava al denaro e non alla sicurezza dei cittadini che utilizzano le autostrade, di gestire un bene di Stato».

Toninelli respinge al mittente le critiche per la mancata revoca delle concessioni autostradali: «Chi non è d’accordo con questa linea ci dica il perché. Ma nessuno si permetta, neppure quel signore chiamato Salvini, di dare al Movimento la responsabilità se non abbiamo ancora revocato le concessioni. Il Parlamento è il luogo della revoca – conclude -, ed è quello il luogo in cui la Lega, insieme a Forza Italia, ha legificato la concessione. Aspettiamo che il Pd ci dia la maggioranza per revocarla».

Leggi anche: