Svelati gli ultimi numeri di Immuni: dal 13 luglio ad oggi sono state 23 le persone allertate

I download totali sono 4,3 milioni. Secondo l’Università di Pavia si tratta del 12% degli italiani tra i 14 e i 75 anni che possiedono uno smartphone

Durante il question time al Senato la ministra dell’Innovazione Paola Pisano ha diffuso i numeri effettivi di Immuni, l’app per contenere la diffusione dell’epidemia di Coronavirus sviluppata da Bending Spoons. Secondo le dichiarazioni della ministra, dal 13 luglio sono 23 le persone che hanno ricevuto la notifica dell’app che segnala l’avvenuto contatto con un positivo:


«I soggetti positivi in possesso dell’applicazione che hanno acconsentito a inviare il messaggio di notifica sono 46, dal 13 luglio ad oggi i soggetti allertati grazie a Immuni risultano essere stati 23 che hanno avuto la possibilità di conoscere il rischi contagio cui sono state esposte. Questo dimostra l’utilità della app Immuni».

Sempre secondo la ministra, l’app è stata scaricata da 4,3 milioni di utenti. L’Università di Pavia ha incrociato questo dato con quelli sulla popolazione italiana: secondo le proiezioni dei ricercatori il 12% di chi ha uno smartphone in Italia fra i 14 e i 75 anni ha scaricato l’app. Un numero ancora lontano da quel 20% teorizzato dall’Università di Oxford per garantire l’efficacia dell’app.

La ministra ha anche chiarito che Immuni non potrà essere l’unica soluzione per contenere l’epidemia, né adesso né in un’eventuale seconda ondata: «Non ho mai detto che l’applicazione sia l’unica soluzione rientra in una strategia complessiva. Naturalmente più sarà conosciuta e utilizzata più potrà contribuire alle azioni di contrasto del Coronavirus».

Leggi anche: