È la mente del maxi attacco hacker agli account Twitter delle celebrity americane. E ha solo 17 anni

Tre in totale le persone incriminate. La mente sarebbe un teenager arrestato dall’Fbi: su di lui pesano 30 capi d’accusa

Lo avevamo anticipato: né Cina né Russia, né Kgb né servizi segreti di sorta. Dietro uno degli attacchi hacker più clamorosi, quello agli account Twitter di vip americani di primo piano come Bill Gates, Elon Musk, Michael Bloomberg, Jeff Bezos, Warren Buffett, ci sarebbe un ragazzo di 17 anni. Un teenager della Florida è infatti stato arrestato dall’Fbi: gli agenti lo ritengono la mente del maxi attacco hacker che ha avuto come target alcuni tra gli uomini più ricchi al mondo. Tra le vittime anche gli account di Apple e Uber, quelli di Barack Obama e Joe Biden, e i profili di celebrity dello star system come Kim Kardashian, Kanye West e Floyd Mayweather.

Insieme al teenager sono state incriminate altre due persone: il loro scopo, secondo le indagini, sarebbe stata una truffa sui Bitcoin. Sul 17enne pesano 30 capi di accusa e, scrive l’Ansa, sarebbe stato incriminato come una persona maggiorenne.

Leggi anche: