L’ultimatum di Trump: TikTok dovrà essere venduta entro il 15 settembre, altrimenti sarà fuori dagli Usa

La decisione è arrivata dopo una giornata di trattative. Intanto gli utenti sperano di non dover abbandonare la piattaforma

«Se non viene venduta entro il 15 settembre TikTok sarà fuori dal mercato negli Usa». Dopo una giornata di trattative è questa la posizione del presidente Donald Trump sull’acquisto di TikTok (o almeno della sua versione statunitense) da parte di Microsoft. Il Presidente però si spinge anche oltre. Ora infatti non sarebbe solo favorevole all’acquisto ma vorrebbe che una parte dell’investimento finisse nelle casse della Casa Bianca. Qui le parole lasciate ai cronisti:

Ho detto che se la acquisti … una parte molto consistente di quel prezzo dovrà entrare nelle casse del ministero del Tesoro Usa perché stiamo rendendo possibile l’accordo.

Le trattative

Nelle utlime ore Microsoft aveva reso nota l’intenzione di proseguire le trattative con la cinese ByteDance per l’acquisizione di TikTok negli Usa. L’annuncio era arrivato dopo che il ceo del gigante hi-tech, Satya Nadella, aveva parlato col presidente americano Donald Trump. Inizialmente il Presidente Usa era contrario all’accordo commerciale.

In ballo ci sarebbe la cessione non solo delle operazioni in Usa della app di condivisione video ma l’acquisizione di quelle in Australia, Nuova Zelanda e Canada. Una mossa che permetterebbe a Microsoft di migliorare la sua presenza nel mercato dei social: al momento l’azienda fondata da Bill Gates è proprietaria solo di Linkedin, la piattaforma dedicata al mondo del lavoro.

Le reazioni al possibile ban

Nelle scorse settimane, Trump aveva dichiarato di aver preso in considerazione l’ipotesi di bannare l’applicazione dagli Stati Uniti perché, essendo ByteDance un’azienda di proprietà cinese, lo considerava una minaccia alla sicurezza nazionale. Si vedrà ora se si trattava di un’intenzione reale o di una strategia per negoziarne l’acquisto, ma intanto l’opzione ha suscitato reazioni di ogni tipo tra gli utenti.

Addison Easterling è una ragazza di 19 anni che ha lasciato gli studi per fare l’influencer. Nel video bussa ironicamente alle porte dell’Univeristà della Louisiana come conseguenza alla possibile chiusura della piattaforma

Tiktok potrebbe non piacere a Trump anche per la portata organizzativa che ha avuto tra i giovani – e non – nel periodo dei comizi. L’ultimo esempio è stato il boicottaggio di massa messo in moto anche da centinaia di utenti in Arizona, e che ha condotto a un flop di partecipazioni al BOK Center di Tulsa.

Griffin Johnson, una delle TikTok-star più seguite sul social

Keemokazi è un musicista californiano molto popolare su TikTok

@pompouswomp

💡 has spoken ##twooptions ##lamp##voiceeffects ##tiktokban ##phrog

♬ Join my cult – heyitsmungus

Leggi anche