Viviana Parisi, il corpo della dj scomparsa è stato ritrovato a Caronia. Continuano le ricerche del piccolo Gioele

Il corpo, irriconoscibile e in stato di decomposizione, è stato riconosciuto dalla fede di nozze

È della dj Viviana Parisi, la 43 anni originaria di Torino scomparsa insieme al figlio Gioele di 4 anni sei giorni fa, il cadavere ritrovato nel pomeriggio nei boschi di Caronia, in provincia di Messina, in Sicilia, a 500 metri dall’autostrada. Il corpo era irriconoscibile e in stato di decomposizione: la donna è stata riconosciuta dalla fede nuziale, al cui interno c’è il nome del marito, Daniele Mondello. Il quale aveva già confermato che sul corpo erano stati ritrovati i vestiti che Parisi indossava il giorno in cui è scomparsa col figlio.


Secondo il medico legale, la donna potrebbe essere deceduta lo stesso giorno in cui è scomparsa, lunedì 3 agosto, e il suo corpo oltre al deperimento per cause naturali e climatiche potrebbe essere stato sfigurato dagli animali selvatici. Il procuratore capo di Patti, Angelo Cavallo, spiega che solo l’autopsia potrà dire come e quando è morta Viviana.

Ora soccorritori e vigili del fuoco stanno continuando le ricerche del piccolo Gioele. L’area dove è stato trovato il cadavere è a meno di un chilometro dalla galleria Pizzo Turda nel quale Viviana Parisi aveva avuto un piccolo incidente con il furgone degli impiegati di una ditta di manutenzione. La donna – raccontano gli operai, che si sono fermati per deviare il traffico – avrebbe proseguito per un tratto e poi sarebbe scomparsa.

Con o senza il figlio: su questo aspetto le testimonianze degli operai sono discordanti. I vigli del fuoco hanno seguito le sue tracce per alcune centinaia di metri. La donna potrebbe avere quindi lasciato a piedi l’autostrada scavalcando il guard rail a sinistra. Da qui si sarebbe allontanata per alcune centinaia di metri prima di trovare la morte nella boscaglia vicina.

ANSA/CARMELO IMBESI | Il procuratore della Repubblica Angelo Cavallo rilascia un’intervista dopo il ritrovamento in località Sorbo di Caronia del cadavere di Viviana Parisi, 8 agosto 2020.

Tra le varie ipotesi, gli investigatori vogliono verificare cosa ha fatto Parisi nei venti minuti trascorsi tra la sua uscita nel casello autostradale di Sant’Agata di Militello e il suo rientro in autostrada: si spera che abbia affidato il bimbo a qualcuno. Ma si teme anche che possa avere fatto del male al piccolo, che sia morto e che il suo corpo sia stato fatto a pezzi dai cinghiali.

«Mia moglie durante il Coronavirus stava male», aveva detto il marito di Viviana, Daniele Mondello, anche lui dj, quando ancora sperava di rivedere la moglie. «Temeva sia per me che per il bimbo. Siamo una coppia che è sempre stata vicina, lei è una mamma speciale».

In copertina FACEBOOK/VIVIANA PARISI | Viviana Parisi, 43 anni, e il figlio di 4 anni, sono scomparsi dopo essere stati coinvolti in un incidente stradale sull’autostrada A20 Messina-Palermo, all’altezza di Caronia, sul viadotto Pizzo Turda

Leggi anche: