Usa 2020, Obama su Biden: «Mi ha reso un presidente migliore». Hillary Clinton contro Trump: «Votiamo perché non rubi anche queste elezioni»

L’ex capo della Casa Bianca e l’ex candidata alla presidenza fanno un appello al voto per scongiurare un secondo mandato di Trump che su Twitter risponde: «Vi aspetto sul campo di battaglia»

Negli ultimi quattro anni si era ritirato dal confronto politico, ora l’ex presidente Barack Obama si è fatto avanti e oltre a fare un appello per il voto al suo ex vice Joe Biden – e candidato alla presidenza – ha per la prima volta criticato severamente Donald Trump e il suo impegno alla Casa Bianca.

Nella terza giornata della convention democratica Obama è entrato a gamba tesa contro il suo successore: «Speravo che Trump potesse mostrare qualche interesse nel prendere sul serio la carica, che potesse arrivare a sentire il peso dell’ufficio e scoprire qualche riverenza per la democrazia affidata alle sue cure ma non lo ha mai fatto» e «le conseguenze di questo fallimento sono gravi: 170 mila americani morti, milioni di posti di lavoro persi, i nostri peggiori istinti liberati, la nostra orgogliosa reputazione nel mondo ridotta e le nostre istituzioni democratiche minacciate», ha detto Obama. Il suo intervento – previsto inizialmente dopo quello di Kamala Harris – è stato anticipato su richiesta dello stesso Obama per permettere un simbolico passaggio di testimone con la senatrice.

«Per otto anni, Joe è stato l’ultimo nella stanza ogni volta che ho dovuto affrontare una decisione importante – ha ricordato Obama – mi ha reso un presidente migliore – e ha il carattere e l’esperienza per renderci un paese migliore», ha detto Obama chiedendo poi agli elettori di credere nella «capacità di Joe e Kamala di portare questo paese fuori da questi tempi bui e ricostruirlo meglio».

Hillary Clinton

Parole che sono risuonate anche durante l’intervento di Hillary Clinton, l’ex candidata dem alla presidenza degli Stati Uniti e prima donna in quel ruolo, sconfitta da Donald Trump nel 2016. Se fosse rieletto – ha detto Clinton – le cose peggioreranno. «Votate: abbiamo bisogno di molti voti affinché Trump non possa rubare le elezioni».

Non si è fatta attendere la risposta del presidente americano che replicando alle critiche ha definito Barack Obama un incapace: «Quando sento questo e vedo l’orrore che ci ha lasciato, la stupidità degli accordi che ha concluso… guardate come era terribile, fino a che punto fu un presidente inefficace». Su Twitter Trump ha lanciato poi una sfida a entrambi: «Benvenuti, Barack e corrotta Hillary. Ci vediamo nel campo di battaglia!».

Leggi anche: