Trump: «I veterani morti in guerra sono dei perdenti». La reazione di Biden: «Mio figlio era un volontario. Non era un idiota»

Il candidato dem alla Casa Bianca ha perso suo figlio Beau – volontario in Kosovo e Iraq – nel 2015 per un tumore al cervello: «Le parole di Trump sono una vergogna»

Joe Biden le ha definite parole disgustose. Melania Trump ha parlato di rumors che fanno un disservizio al Paese. Per Donald Trump invece si tratta di notizie false. Il nuovo scontro negli Stati Uniti tra i due candidati alla presidenza tocca un tema spinoso, controverso e delicato della storia americana. Quello dei veterani.

Secondo The Atlantic – che cita fonti anonime – il presidente americano avrebbe definito i soldati americani morti durante la prima guerra mondiale «perdenti» e «cretini». Un’accusa che subito la Casa Bianca si è sbrigata a smentire. Secondo il magazine durante una viaggio presidenziale in Francia nel novembre 2018 per commemorare i 100 anni dalla fine della “Grande Guerra”, Donald Trump avrebbe annullato la visita in un cimitero americano a Parigi.

«Perché dovrei andare a questo cimitero? È pieno di perdenti», avrebbe detto al suo entourage. Trump avrebbe anche definito i 1.541 soldati americani morti eroicamente nella battaglia di Bosco Belleau come dei «cretini». La rivelazione del magazine ha subito scatenato una serie da reazioni.

La first lady Melania Trump, scesa in campo in difesa del marito, ha detto che la storia di The Atlantic non è vera. «È pericoloso quando si crede a fonti anonime più di qualsiasi altra cosa e senza sapere le loro motivazioni. Questo non è giornalismo, è attivismo. Ed è un disservizio alla gente di questo paese», ha twittato.

Per l’ex vicepresidente e candidato democratico alla Casa Bianca Joe Biden invece, che nel 2015 perse il figlio Beau, ex veterano, per un tumore al cervello, l’affermazione di Trump è una questione personale. «Quando mio figlio si è offerto volontario per unirsi alle forze armate degli Stati Uniti, quando era procuratore generale, ed è andato in Iraq non era un idiota», ha detto Biden.

Il figlio aveva partecipato sia a missioni in Kosovo che in Iraq come maggiore della Guardia nazionale. «Non sono mai stato così tanto deluso in tutta la mia carriera di un leader con cui ho lavorato, presidente o altro», ha aggiunto Biden. «È una vergogna».

Foto copertina: EPA/JIM LO SCALZO

Leggi anche: