Scuola, la Lega presenta una mozione di sfiducia nei confronti della ministra dell’Istruzione Azzolina

«Mi domando cosa hanno fatto per sei mesi al ministero, di che cosa si sono occupati?», affonda Matteo Salvini

Detto, fatto. La Lega presenta una mozione di sfiducia sulla scuola nei confronti della ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina al Senato. «La disastrosa gestione della scuola della ministra Azzolina sta tenendo in tensione famiglie, studenti e personale, una Ministra che ha perso molti mesi preziosi in chiacchiere, senza fornire alcuna certezza sul proprio destino a 8 milioni di studenti.

Il Governo non ha alibi e l’incapacità di chi lo rappresenta pesa ormai irrimediabilmente sulla vita e sulla formazione dei nostri ragazzi. Servono risposte immediate, non c’è più tempo e senza ripartenza in sicurezza della scuola non riparte l’intero Paese», si legge nel documento firmato da tutti i senatori della Lega.

«È vero che ogni anno la scuola è ripartita sempre a singhiozzo, con supplenze e vuoti», dice Matteo Salvini. «Ma quest’anno è particolare, c’erano sei mesi per potere lavorarci, perché la scuola ha chiuso i primi di marzo. Io mi domando cosa hanno fatto per sei mesi al ministero, di che cosa si sono occupati?».

La Lega «tifa per il disastro, la mozione di sfiducia contro la ministra Azzolina è incredibilmente strumentale. È ancora il tempo di lavorare insieme per il buon funzionamento delle attività scolastiche Salvini, come al solito, cerca di fare lo sciacallo», replica il capogruppo Pd al Senato Andrea Marcucci.

In copertina MAURIZIO BRAMBATTI/ANSA | La ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, al termine dell’informativa urgente sulla ripresa delle scuole a Montecitorio, Roma, 28 luglio 2020.

Leggi anche: