Scontro in tv Fiano-Giorgino, il deputato Pd: «Difendi la Lega». E il giornalista del Tg1: «È un’intimidazione» – Il video

Il duro botta e risposta durante l’ultima puntata della trasmissione televisiva Agorà. Il Cdr del Tg1: «Trascinare nelle diatribe tra partiti un giornalista non è corretto»

Scintille in tv tra Emanuele Fiano e Francesco Giorgino, durante l’ultima puntata di Agorà andata in onda il 30 settembre su Rai3. Il deputato del Pd ha attaccato frontalmente il giornalista del Tg1, accusandolo di essere di parte e di cantare «peana difensivi» dedicati alla Lega dopo i risultati delle Regionali. «Dovrebbe fare il giornalista obiettivo e non il difensore di un partito italiano», ha polemizzato il parlamentare, «pochi giorni fa in un’intervista a Salvini ha detto: “Pensi che c’è qualcuno che addirittura dice che lei avrebbe perso”».


Giorgino ha subito replicato: «Io ho il diritto di dire quello che penso, non quello che vuole il Pd. Lei è una persona poco corretta. Questo è quello che fa male al giornalismo, l’intimidazione. Perché io la prossima volta non mi sentirò più libero di esprimermi. Lei mi sta intimidendo». A quel punto Fiano ha minacciato di abbandonare la trasmissione: «Io faccio il politico e dico la mia opinione». «E io faccio il giornalista e dico la mia», ha ribattuto Giorgino.

Sul caso si è fatto sentire anche il Comitato di redazione del Tg1: «È un vizio diffuso e duro a morire: esponenti politici che danno pagelle ai giornalisti. Questa volta è toccato al parlamentare del Pd Emanuele Fiano che durante la puntata di Agorà del 30 settembre ha attaccato il giornalista del Tg1 Francesco Giorgino. Le critiche sono sempre legittime, ma trascinare nelle diatribe tra partiti un giornalista non è un metodo corretto. Lo diciamo ancora una volta a tutti i partiti: tenete i giornalisti e l’informazione fuori dalla polemica politica».

Video: Sandro Scarafino / YouTube

Leggi anche: