Lo sfogo di Cacciari contro il governo: «Con Salvini ci sarebbe stata un’ecatombe? Putt***te. E serve lo stato di emergenza per le mascherine?» – Il video

L’ex sindaco di Venezia, come sempre senza peli sulla lingua, ha invitato il governo Conte a fare di più nella gestione della pandemia. Ma senza ricorrere a un regime eccezionale

Massimo Cacciari, come sempre senza peli sulla lingua, pungola il governo a fare di più nella gestione del Coronavirus e invita i rappresentanti della maggioranza ad abbandonare un argomento spesso utilizzato nel dibattito politico: ovvero sostenere che, se durante la prima ondata della pandemia al potere ci fosse stato il centrodestra, sarebbe stato impossibile fronteggiare l’emergenza sanitaria. «Il governo deve finirla con queste putt***te secondo cui se ci fosse stato Matteo Salvini a Palazzo Chigi ci sarebbe stata un’ecatombe», ha scandito Cacciari, ospite di Lilli Gruber a Otto e mezzo su La7.


L’ex sindaco di Venezia ha anche espresso la sua contrarietà rispetto alla richiesta dell’esecutivo di prorogare lo stato di emergenza fino al 31 gennaio 2021: «Stiamo scherzando? È possibile che serva uno stato di emergenza politico e istituzionale per dire ai cittadini di indossare la mascherina?». Poi l’affondo di carattere più generale: «Da 30 anni a questa parte ogni volta che viviamo un’emergenza si verifica un accentramento di potere. Sono 30 anni che affrontiamo le crisi con un regime di emergenza: guerra del Golfo, 11 settembre, terrorismo dello Stato islamico, crisi economica, pandemia. Questo è il tema su cui ragionare».

Leggi anche: