L’attacco di Palù a Crisanti: «É un esperto di zanzare, altro che virologo». E l’università di Padova lo difende

«Lui è un mio allievo, accademicamente l’ho chiamato io ma non è un virologo. Non ha mai pubblicato un lavoro di virologia. Si tratta di un esperto di zanzare. Fa anche lui il suo decreto sancendo un lockdown? Ma a che titolo?» dice, senza mezzi termini, il professor Giorgio Palù

Mentre il Coronavirus avanza, non si arresta lo scontro tra virologi. Ad attaccare, in questo caso, è il professore emerito Giorgio Palù, che in un’intervista a Tv7, critica duramente il professore dell’università di Padova, Andrea Crisanti. «Lui è un mio allievo, accademicamente l’ho chiamato io ma non è un virologo. Non ha mai pubblicato un lavoro di virologia. Si tratta di un esperto di zanzare. Fa anche lui il suo decreto sancendo un lockdown? Ma a che titolo e su quale base?», attacca Palù sostenendo che un secondo lockdown «questo Paese non può permetterselo».


Cosa diceva Crisanti

Il riferimento era alle parole del professor Crisanti che, in più occasioni, non ha nascosto la gravità della situazione in Italia. Proprio lui, a fine agosto, aveva parlato di un piano da 400 mila tamponi al giorno: ma ora, come ha spiegato a Open, sarebbe troppo tardi. Serviva una programmazione che, purtroppo, in questi mesi è mancata, dice. Proprio di recente, in un’intervista al Messaggero ha ribadito che, con l’aumento costante dei nuovi positivi, arriveremo a «un inasprimento delle misure di contenimento molto prima». Altro che Natale.

La difesa dell’università di Padova

A difendere l’operato di Crisanti, adesso, è il professor Fulvio Ursini, ordinario di Chimica Biologica e decano del dipartimento di Medicina molecolare dell’università di Padova: «Abbiamo assistito in questi giorni a un violento attacco riportato dai media al prof Andrea Crisanti da parte del prof emerito Giorgio Palù, attualmente in quiescenza. L’accusa che lui rivolge a chi considera un suo “allievo” è di non aver competenza per operare nell’ambito della virologia e quindi della pandemia da SarsCov2. Questo senza peraltro argomentare rigorosamente su specifici fatti, dati, inadempienze o errori».

In primo luogo, spiega il professor Ursini, Crisanti «non è un allievo del prof Palù, né questa natura di “allievo” gli può derivare dall’esser stato chiamato dal Dipartimento di Medicina molecolare». «È il DMM (Dipartimento di medicina mlecolare, ndr) che ha deciso, sentendo ovviamente anche il parere del prof Palù, di chiamare il professor Crisanti per le sue specifiche competenze nell’ambito della genetica delle popolazioni».

Palù, come si evince dal video, lo definisce «un esperto di zanzare»: «Il concetto di “zanzarologo” è prima di ogni altra cosa sbagliato, ed è stupefacente che provenga da uno scienziato. È inoltre inammissibile scientificamente che si voglia generare un monopolio culturale sulla area complessiva della pandemia da parte di chi autoreferenzialmente se ne ritiene titolare sulla base di un curriculum in cui son presenti lavori su virus», ha concluso.

Foto in copertina di repertorio: ANSA/FILIPPO VENEZIA

Leggi anche: