Usa 2020, le donne bianche ribaltano i sondaggi e scelgono Trump

Il 55% dell’elettorato femminile e bianco ha votato per l’attuale presidente americano, percentuale che sale al 60% tra le non laureate

C’è sempre un margine di errore nei sondaggi pre-elettorali. Nel 2016, quel margine fu completamente ribaltato quando Trump superò Clinton e si insediò alla Casa Bianca. Allora, furono le donne bianche dei sobborghi americani a preferire il candidato repubblicano a Hillary Clinton. Un voto che i sondaggi davano in favore di Biden. Ma, secondo le prime analisi demografiche sul voto, mentre ancora si attende il nome del prossimo presidente americano, questo ribaltamento non c’è stato.


Complessivamente, come avvenne nel 2016, l’elettorato femminile ha preferito l’ala democratica. Biden ha vinto con il 56% delle preferenze contro il 53% per Trump. Durante la campagna elettorale il candidato democratico ha più volte sostenuto di poter riconquistare alcuni degli elettori bianchi della classe operaia persi negli Stati chiave della Rust Belt, ovvero quegli stati come Michigan e Wisconsin che decideranno l’elezione.

Il voto dei sobborghi è tornato ai democratici, ma non quello delle donne bianche. Il 55% ha continuato a votare per Trump, contro il 43% per Biden. Uno stacco ancora più marcato tra le donne bianche non laureate. Il 60% ha scelto ancora una volta l’attuale presidente americano. Rispetto a Hillary Clinton, Biden ha però fatto meglio tra gli elettori maschi, e con una laurea, conquistando, al momento, il 50% delle preferenze contro il 48% per il candidato repubblicano.

Leggi anche: