Coronavirus, Donald Trump Jr positivo: è asintomatico e in isolamento. In Brasile superati i 6 milioni di casi

Positivo anche il figlio di Rudy Giuliani, l’avvocato personale del presidente. A livello nazionale, in 24 ore, registrati oltre 190mila contagi

Usa

EPA/JUSTIN LANE | Rudy Giuliani, avvocato di Donald Trump

Donald Trump Jr, il figlio maggiore del presidente statunitense Donald Trump, è positivo al Coronavirus. Secondo quanto afferma il suo portavoce personale, Donald Trump Jr è risultato positivo all’inizio della settimana: al momento, non presenta sintomi e si trova in isolamento. Nei mesi scorsi la fidanzata Kimberly Guilfoyle era risultata positiva.


Nelle stesse ore, è anche arrivata la notizia che Rudy Giuliani, il legale personale del presidente Trump, è in isolamento dopo che suo figlio Andrew è risultato positivo. Andrew Giuliani ha partecipato alla conferenza stampa di suo padre, giovedì presso la sede del Comitato Nazionale Repubblicano a Washington. Jenna Ellis, un altro avvocato di Trump presente alla conferenza stampa, ha detto che lei e Rudy Giuliani «sono risultati entrambi negativi al test Covid-19».

A livello nazionale, nelle ultime 24 ore, gli Stati Uniti hanno registrato 192.805 nuovi casi di Covid-19, in calo rispetto agli oltre 200 mila contagi del giorno precedente, quando si sono registrati anche 2.200 morti. Il bilancio degli ultimi sette giorni ha superato quota 1,15 milioni nuovi contagi.

Brasile

Ansa | San Paolo, Brasile

La corsa al vaccino

Il Brasile è il terzo Paese al mondo ad aver superato i 6 milioni di contagiati di Covid-19 dall’inizio della pandemia, dopo Stati Uniti e India. Nelle ultime 24 ore, i contagi sono stati 34.516, cifra che ha portato a 6.017.605 il bilancio totale. Le vittime registrate nelle ultime 24 ore sono state 521, per un totale di 168.662. Nel frattempo, il governo prova a muoversi sul fronte del vaccino Funzionari del ministero della Salute hanno ricevuto i rappresentanti di Pfizer.

L’azienda statunitense ha offerto milioni di dosi del suo vaccino al governo brasiliano, che potrebbero arrivare nella prima metà del 2021. A San Paolo, lo Stato brasiliano più colpito dalla pandemia, sono già arrivate invece 120 mila dosi del vaccino Coronavac. Il lotto è stato immagazzinato fino al completamento dei test e all’eventuale autorizzazione all’immunizzazione di massa.

Leggi anche: