Le regole del Natale con il Coronavirus in Germania: cosa è permesso a dicembre, cosa cambia dal 24 e a Capodanno

Le prime anticipazioni sul documento che sarà discusso domani, 25 novembre, tra la cancelliera Angela Merkel e i presidenti dei Land. Intanto il Paese lavora a un piano per la vaccinazione di massa

I ministri-presidenti dei Lander tedeschi, ovvero gli Stati federati della Germania, hanno trovato un accordo, spinti dalla cancelliera Angela Merkel, per le misure di contenimento contro il Coronavirus per Natale e Capodanno. L’insieme delle nuove direttive, contenute nella bozza del documento che sarà discusso domani, 25 novembre, in riunione con la cancelliera, sono suddivise per fasce temporali. La scorsa settimana Merkel ha rimesso nelle mani dei leader regionali il compito di elaborare una nuova proposta che possa essere condivisa da tutti.


Le regole dal 1 dicembre

Dal primo dicembre sarà prevista un’estensione del lockdown fino al 20 dicembre, per un totale, quindi, di tre settimane. Cosa vuol dire? Che hotel, ristoranti e palestre rimarranno chiusi. Le persone dovranno cercare di rimanere a casa il più possibile, evitando viaggi e contatti non necessari. 
Per quanto riguarda i ritrovi privati con famiglia e amici, in luoghi al chiuso o all’aperto:

  • ​​incontri limitati ai membri di 2 famiglie e fino a 5 persone;
  • i minori di 14 anni non saranno conteggiati nei ritrovi famigliari;
  • le mascherine rimangono obbligatorie in edifici, negozi e trasporti pubblici accessibili al pubblico;
  • mascherine obbligatorie anche all’aperto in aree in cui spesso si riuniscono grandi numeri di persone.

Le regole dal 23 dicembre

Dal 23 dicembre al primo gennaio:

  • Saranno consentiti ritrovi con persone appartenenti a più di 2 nuclei famigliari
  • Saranno ammesse fino a un massimo di 10 persone, raddoppiando così il numero rispetto alla prima fase (i minori di 14 anni sono ancora esenti)
  • Chi parteciperà a feste o a riunioni in famiglia, dovrà successivamente entrare in quarantena volontaria per due settimane
  • Le chiese sono autorizzate a celebrare cerimonie

Il Capodanno

L’altro grande tema discusso dai presidenti tedeschi riguarda il Capodanno: i ministri concordano sul divieto dei botti nelle piazze e nelle strade pubbliche per evitare assembramenti di persone, mentre in privato si inviterà la cittadinanza a farne a meno. La bozza del documento non prevede un divieto di vendita dei botti di Capodanno, ma si limita a sconsigliarne l’uso. Il dibattito su questo tema è cresciuto nel corso dei giorni scorsi, sollevato dai socialdemocratici e dal sindaco di Berlino, Michael Mueller. Secondo l’Spd – il Partito socialdemocratico di Germania – un divieto è necessario per impedire la formazione di assembramenti ed evitare un sovraccarico di lavoro nelle strutture ospedaliere già gravate dal Covid-19.

Lavoro e smartworking

I Lander tedeschi chiederanno ai datori di lavoro di prolungare le vacanze di Natale oppure promuovere ancora di più le modalità di smartworking per i loro dipendenti durante il periodo natalizio, tra il 23 dicembre e il primo gennaio. In questo modo potrebbe essere messa in pratica la formula dello stay at home (rimanere a casa).

Vaccini

Intanto la Germania, che a livello europeo è il Paese che sta gestendo meglio la pandemia, sta già progettando un piano per la vaccinazione di massa, in modo da averli pronti a metà dicembre. «Il governo federale acquista il vaccino e ne organizza la consegna. I Lander federali si procurano cerotti, siringhe, cannule e disinfettanti e, insieme alle autorità locali, devono trovare rapidamente gli immobili adatti. Nelle prossime settimane saranno istituiti centinaia di centri in tutta la Germania. La Baviera vuole creare almeno un centro in ciascuno dei 71 distretti e delle 25 città indipendenti. In Renania-Palatinato ce ne saranno 36, nel Meclemburgo-Pomerania occidentale 12, in Turingia 30, in Bassa Sassonia circa 60» scrive lo Spiegel.

Leggi anche: