Fontana: «Lombardia in zona arancione, potremo riaprire i negozi»

di Redazione

Il governatore del Piemonte, Alberto Cirio, in pressing: «Rt a 0,84, ora venga attuato quanto previsto». Giani (Toscana): «Dal 4 dicembre allentamento delle chiusure»

«Grazie ai sacrifici dei lombardi, apprezzati i dati epidemiologici, ora siamo in zona arancione e potremo riaprire gli esercizi commerciali. A breve la decisione del governo». A scriverlo su Twitter è il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, che ha anticipato di fatto la decisione dell’esecutivo. Già ieri il governatore aveva detto: «Ho avuto un confronto schietto e diretto» con il ministro della Salute Roberto Speranza. «Condividiamo che la Lombardia abbia tutti i requisiti per passare dalla zona rossa a quella arancione».


Il pressing delle Regioni sul governo è forte. Poco prima di Fontana, il governatore del Piemonte Alberto Cirio ha detto: «L’Rt del Piemonte oggi è 0.84 il puntuale. Quando il Piemonte era rosso eravamo a un Rt di 2.16, questo vuol dire che i sacrifici dei piemontesi sono serviti». «Mi aspetto che venga attuato – ha aggiunto – quello che è previsto dal decreto del presidente del Consiglio», ossia l’uscita dalla zona rossa.

Da registrare anche le parole di Eugenio Giani, presidente della Regione Toscana: «Da venerdì 4 dicembre la Toscana potrà rientrare in una zona che consente di allentare la morsa della chiusura degli spostamenti», con un provvedimento «che riporta la Toscana in zona arancione», «stamani ne ho parlato con il ministro Speranza».

Leggi anche:

Redazione