Corsa al Cashback di Natale, in tilt l’app Io nel giorno del via libera alle registrazioni

di Maria Pia Mazza

Il meccanismo di rimborso previsto dal Governo per combattere l’evasione fiscale inizia domani, 8 dicembre. Ma molti utenti stanno riscontrando disservizi nella registrazione degli estremi bancari

Con l’ultimo aggiornamento dell’app IO, rilasciato ufficialmente in nottata, è ufficialmente iniziata la corsa al cashback di Natale (che inizierà – di fatto – domani, 8 dicembre), ma non senza disguidi tecnici. Molti utenti stanno infatti riscontrando problemi nell’inserimento degli estremi delle proprie carte di pagamento e del codice Iban su cui ricevere i rimborsi (fino al 10% per un massimo di 150€ di rimborso) per le spese sostenute presso i negozi fisici, effettuate dall’8 al 31 dicembre con modalità cashless.



Il problema riguarda unicamente la sezione Portafoglio dell’App IO (la sezione che interagisce direttamente con i diversi sistemi bancari, ndr), mentre le altre funzioni dell’app risultano funzionare correttamente. Tuttavia, da PagoPa fanno sapere che sono possibili «momentanei rallentamenti e disservizi», richiedendo «comprensione e pazienza alle persone per uno dei progetti più complessi e sfidanti che sia stato realizzato sin qui in Italia e in Europa».

Già lo scorso 2 dicembre, attraverso l’account ufficiale su Twitter, IO – l’app dei servizi pubblici, aveva messo le mani avanti, preannunciando che erano già al lavoro per «effettuare gli interventi necessari al dimensionamento del wallet in vista del Cashback, sia lato hardware sia lato software, per gestire i flussi attesi». Flussi che però han superato le aspettative, e per cui pertanto bisognerà attendere e pazientare. 

Leggi anche: