Coronavirus, la Germania resta in lockdown: pronta la proroga delle restrizioni fino al 31 gennaio

Accordo tra Merkel e le Regioni. L’annuncio è atteso domani, 5 gennaio. Rimarranno chiusi bar, ristoranti, scuole e negozi

Il governo tedesco, guidato dalla cancelliera Angela Merkel, e i primi ministri dei 16 Land federali hanno raggiunto l’accordo per prolungare il lockdown sino al 31 gennaio, al fine di contenere la diffusione dei contagi da Coronavirus. La decisione finale verrà formalizzata ufficialmente domani, 5 gennaio, secondo quanto riferito dalla testata tedesca Bild. «Tutti gli Stati federali – confermano fonti dell’esecutivo tedesco a Reuters -, ad eccezione di due Land (attualmente ignoti, ndr), sono favorevoli al prolungamento del lockdown». Una decisione, quella di prorogare la linea dura iniziata il 16 dicembre scorso, con la chiusura di scuole, negozi, bar e ristoranti, che ha incontrato il favore innanzitutto di Baviera, Sassonia e Turingia. Queste Regioni registrano attualmente una percentuale più alta di casi rispetto alla media nazionale.


Quasi 10 mila contagi in 24 ore

In Germania la curva dei contagi non accenna a frenare e il numero dei decessi continua ad attestarsi su livelli allarmanti. Secondo gli ultimi dati del Robert Koch Institute (RKI), nelle ultime 24 ore si sono registrati 9.847 nuovi contagi (per un totale di 1.775.513 casi da inizio emergenza e con una media di 140 nuovi casi ogni 100.000 abitanti) e 302 decessi. Il totale delle vittime è di 34.574 dall’inizio della pandemia. Sul fronte delle vaccinazioni, la Germania, pur essendo il primo Paese in Ue per numero di dosi somministrate, sta sperimentando ritardi. Sono 83 milioni le persone che dovranno essere sottoposte a vaccinazione anti-Covid, ma stando alle rilevazioni del RKI, solo 238.809 dosi sono state somministrate. Tra le regioni più indietro, la Sassonia e la Turingia.

Leggi anche: