Via al vaccino di AstraZeneca nel Regno Unito: Brian Pinker è il primo al mondo a riceverlo – Il video

di Redazione

L’uomo, 82 anni, è un paziente in dialisi dell’Oxford University Hospital. Londra verso un nuovo lockdown per tentare di arginare la variante Covid

È partita nel Regno Unito la campagna di vaccinazione anti-Coronavirus con il preparato di Oxford-AstraZeneca, mentre nel Paese l’epidemia viaggia al ritmo allarmante di circa 50 mila nuovi contagi al giorno. Brian Pinker, 82 anni, paziente in dialisi dell’Oxford University Hospital, è la prima persona al mondo ad aver ricevuto la dose iniziale: «Sono così felice di potermi vaccinare oggi. E sono davvero orgoglioso che questo vaccino sia stato sviluppato a Oxford», ha detto Pinker.



Nel Regno Unito più di mezzo milione di dosi sono pronte per essere somministrate. Ma il premier Boris Johnson ha avvertito che potrebbero essere comunque necessarie restrizioni più severe nei prossimi giorni, per tentare di arginare la variante Covid che si diffonde molto rapidamente. Il 3 gennaio sono stati registrati oltre 50 mila nuovi casi di infezione per il sesto giorno consecutivo, spingendo i laburisti a chiedere il terzo lockdown totale in Inghilterra. Irlanda del Nord e Galles hanno già varato ulteriori restrizioni, mentre la Scozia attende decisioni imminenti dalla riunione del suo esecutivo.

Il vaccino Oxford-AstraZeneca, cui ha collaborato anche l’azienda italiana Irbm, è stato approvato per l’uso d’emergenza nel Regno Unito e in India, ma non ha ancora ottenuto il via libera dalle autorità regolatorie dell’Unione europea e degli Stati Uniti. L’Ema ha chiesto dei dati in più, visto che durante i test il gruppo dei vaccinati aveva ricevuto per sbaglio due diversi dosaggi. L’azienda ha consegnato i documenti richiesti il 30 dicembre e l’Ema si è presa un mese di tempo per analizzarli. Al momento non è quindi possibile fare previsioni su quando questo vaccino potrà essere disponibile in Europa, e lo stesso discorso vale per gli Stati Uniti.

Leggi anche: