Coronavirus, Johnson annuncia il terzo lockdown per il Regno Unito: «Ricoveri aumentati del 40%». Oggi nuovo record di contagi: +58.784

di Redazione

Il premier britannico ha parlato di un aumento dei ricoveri del 40% rispetto alla prima ondata dell’epidemia, ad aprile. Chiuse tutte le scuole del Paese, sia elementari sia secondarie: le lezioni saranno esclusivamente online

«Dobbiamo fare di più e tutti assieme per tenere la variante di Coronavirus sotto controllo. Quindi, ancora una volta, vi chiedo di stare a casa». Così il premier inglese Boris Johnson ha annunciato che nel Regno Unito sarà imposto un nuovo lockdown a livello nazionale, il terzo, esteso a tutto il Paese fino a marzo per far fronte alla nuova impennata di casi, alimentata ulteriormente dalle nuove varianti Covid. I cittadini potranno quindi lasciare le loro case solo per motivi di necessità, tra cui assistenza medica, fare la spesa, e per fuggire da abusi domestici.


Chiuse tutte le scuole

Il premier ha osservato come i ricoveri siano aumentati del 40% rispetto all’ondata di aprile. Da giorni ormai, il drammatico incremento dei casi da Coronavirus sta continuando a piegare gli ospedali britannici che, gravemente affaticati da un sovraccarico di lavoro per la moltitudine di malati di Covid da curare, stanno trasformando molti dei loro reparti ordinari in sale di terapia intensiva. Fra le altre misure annunciate dal premier, c’è anche la chiusura di tutte le scuole del Regno Unito, sia elementari sia secondarie: le lezioni saranno esclusivamente online, da remoto.

407 decessi in 24 ore

Nelle ultime 24 ore il dato dei nuovi positivi nel Paese ha raggiunto un nuovo record negativo: i numeri ufficiali della sanità pubblica parlano di 58.784 nuovi casi certificati che vanno rapportati al numero di tamponi analizzati: quasi 430 mila. Migliora lievemente il dato relativo alle vittime: nelle ultime 24 ore sono morte 407 persone. Al moltiplicarsi dei casi in tempi rapidi, come evidenziato da Johnson, hanno contribuito le nuove varianti Covid scoperte le scorse settimane. Intanto, la campagna di vaccinazione sta correndo veloce nel Regno Unito che ha sfondato il tetto di un milione di vaccinati nella speranza che gli effetti sul piano reale comincino a vedersi quanto prima su vasta scala.

Leggi anche:

Redazione