Coronavirus, Galli: «Sono fuori di me, stanno vaccinando chi è guarito. Nessun dato sostiene la necessità e la sicurezza nel loro caso»

di Redazione

I dubbi dell’infettivologo del Sacco di Milano: «Non possiamo vaccinare persone già immunizzate. Perché vaccinarli? Abbiamo tutte queste dosi da usare per i già immunizzati?»

Il vaccino ai guariti non va fatto, almeno «fino a che non ne sapremo di più». Massimo Galli, direttore del dipartimento Malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano, sta ponendo in queste ore un nuovo problema sul fronte dei vaccini contro il Coronavirus: non ci sono dati scientifici che dimostrino «l’immediata necessità e la sicurezza del vaccino nel loro caso».


«Stanno vaccinando persone che sono già guarite dalla Covid, sono fuori di me», ha detto ieri sera in diretta su La7. «Perché vaccinarli? Abbiamo tutte queste dosi da usare per i già immunizzati? Aspettiamo le evidenze scientifiche. Stiamo avendo reazioni avverse ai vaccini da parte di chi ha già contratto la malattia. Come ci si poteva ben aspettare».

Immagine di copertina: Ansa/Andrea Canali

Leggi anche:

Redazione