Vaccini, Astrazeneca è un fiasco sugli anziani? Fonti del governo tedesco parlano di un’efficacia dell’8%

La Germania sarebbe in possesso di elementi che certificano la quasi inefficacia del siero di Astrazeneca per gli over 65. Una notizia che – se confermata – potrebbe significare un’ulteriore battuta d’arresto nelle campagne vaccinali

Il vaccino di Astrazeneca potrebbe rivelarsi quasi del tutto inefficace nel proteggere i soggetti con più di 65 anni dal Coronavirus. La notizia era stata data dal quotidiano tedesco Handelsblatt, che aveva ritenuto di essere in possesso di informazioni confermate da fonti governative: la Germania non si aspetta un’efficacia oltre l’8 per cento tra gli over 65. Dunque il farmaco di Astrazeneca potrebbe rivelarsi inadatto per un’ampia fascia di popolazione, una scoperta clamorosa che – se confermata – porterà i governi di tutti i Paesi a ripensare la propria campagna vaccinale in funzione di questo enorme limite. La notizia, però, è stata poi smentita sia dal governo tedesco, sia dal Regno Unito.


Kyriakides: «L’Ue è pronta a compiere ogni azione per proteggere i cittadini»

È di oggi il richiamo dell’Unione europea nei confronti della casa farmaceutica a rispettare gli impegni presi rispetto ai tempi di consegna delle dosi: «Il nuovo calendario di AstraZeneca non è accettabile, la Commissione Ue ha scritto all’azienda ma le risposte non sono soddisfacenti», ha detto la commissaria alla Salute Stella Kyriakides. «Vogliamo sapere quante dosi sono state prodotte, dove e a chi sono state consegnate – ha concluso -. L’Ue è pronta a compiere ogni azione per proteggere i cittadini». Ma a questo punto la scoperta delle ultime ore potrebbe provocare una ulteriore grande battuta d’arresto.

L’azienda smentisce

Mentre la notizia comincia a circolare un portavoce dell’azienda parla di informazioni «assolutamente non corrette». «Nel Regno Unito è stato somministrato a questa fascia di popolazione (gli over 65) senza aggiustamenti della dose nell’autorizzazione per la fornitura di emergenza – sostengono da Astrazeneca – . E a novembre abbiamo pubblicato dati su The Lancet che dimostrano che gli anziani hanno mostrato forti risposte immunitarie al nostro vaccino».

Leggi anche: