Distribuzione dei vaccini, Crisanti attacca Figliuolo: «Rispetto agli ingegneri di Amazon è un apprendista»

Il microbiologo avrebbe preferito l’amministratore delegato dell’azienda di e-commerce al generale dell’esercito per il ruolo di commissario straordinario contro il Covid-19

Andrea Crisanti attacca frontalmente il nuovo commissario straordinario per l’emergenza Covid-19, il generale Paolo Figliuolo. «Due mesi fa avevo detto che il governo», per la distribuzione dei vaccini contro il Coronavirus, «doveva consultare quelli di Amazon. Non lo avevo detto a caso, Amazon è un gigante nella logistica. Con tutto il rispetto, il nostro generale in confronto agli ingegneri di Amazon è un apprendista», ha detto lo scienziato intervenendo alla rubrica settimanale della fondazione Luigi Einaudi.


Poi ha aggiunto: «Amazon è in grado di movimentare miliardi di pacchi al giorno e distribuirli capillarmente su tutto il territorio. Il fatto che Figliuolo sia un generale ha un grosso impatto mediatico e di comunicazione, ma vi assicuro che per distribuire i vaccini probabilmente ci volevano gli esperti in ingegneria e informatica che stanno in Amazon, non nell’esercito. Se avessero preso il Ceo di Amazon, sarei stato più tranquillo».

Crisanti ha infine criticato il piano vaccinale italiano: «Se oggi avessimo 10 milioni di dosi, non sapremmo come distribuirle. Il vaccination day è stato una pagliacciata e non ci si è resi conto delle difficoltà logistiche di una vaccinazione di massa con un vaccino come quello di Pfizer, che ha problemi giganteschi di logistica».

Leggi anche: