Locatelli (Cts) sul vaccino AstraZeneca: «Basta esitazioni, in Gran Bretagna ha ridotto i decessi del 90%»

Il ministro della Salute, Roberto Speranza: «Quando sarà il mio turno lo farò anch’io»

Quello di «AstraZeneca è un vaccino sicuro dai 18 anni in su e non ci sono motivi per avere esitazioni». L’appello, nel corso di un’intervista a Mezz’ora in più su Rai3, è del nuovo coordinatore del Comitato tecnico scientifico (Cts) Franco Locatelli. Per convincersi riguardo l’uso del farmaco contro il Coronavirus prodotto dal colosso anglo-svedese, «basta vedere i numeri in Gran Bretagna dove 10 milioni lo hanno già ricevuto e la mortalità si è ridotta del 90%. Il messaggio forte è vacciniamoci», ha detto.


Sullo stesso argomento è intervenuto il ministro della Salute, Roberto Speranza, durante Domenica In su Rai. «Sicuramente sono disponibile a vaccinarmi con AstraZeneca», ha detto. E ha aggiunto: «Ringrazio il generale Figliuolo e il capo della protezione Civile Curcio per un gesto utile che dà un messaggio di fiducia. Io ho 42 anni, nonostante qualche capello bianco venuto fuori in quest’ultimo anno, al mio turno sarò prontissimo a fare vaccino con AstraZeneca». 

Speranza: «Ottimismo in vista dell’estate»

Speranza ha proseguito spiegando che, guardando al lungo termine, ci sono tutti i presupposti per trascorrere un’estate più tranquilla: «Sono stato sempre quello più duro e realista che era costretto a dire sempre la verità, ma ora ci sono le ragioni per guardare con più fiducia alle prossime settimane. Questo però è ancora un momento difficile, dobbiamo conservare tutte le precauzioni ma con il passare delle settimane la situazione andrà gradualmente a migliorare, e già in primavera e poi nel corso dell’estate vedremo un miglioramento significativo. Ma non ci sarà un momento X, sarà un percorso graduale».

Leggi anche: