Sondaggio Masia, crolla ancora la fiducia in Draghi. Conte in calo, Meloni lo raggiunge

Testa a testa anche al terzo posto, con Salvini e Zaia entrambi al 34%. Arranca il Partito Democratico

Il tasso di fiducia degli italiani nei confronti di Mario Draghi è sceso di 7-8 punti percentuali nell’arco dell’ultimo mese. Al contempo, sul fronte politico, si osserva un testa a testa tra l’ex premier Giuseppe Conte e la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, mentre si osservano flebili oscillazioni di fiducia verso altri protagonisti della politica italiana. A rilevarlo è l’ultimo sondaggio a cura di Fabrizio Masia di EMG Acqua, presentato durante la puntata odierna di Agorà su Rai2. La fiducia nel presidente del Consiglio, seppur in flessione di 3 punti rispetto alla settimana scorsa, e di 7-8 punti in un mese, resta comunque molto alta, attestandosi al 56%.


A seguire, ambedue al 41%, si piazzano l’ex premier Giuseppe Conte e Giorgia Meloni. Nel primo caso la fiducia è in flessione di un punto percentuale su base settimanale, mentre nel caso della leader di FdI, cresce di 1 punto rispetto a 7 giorni fa. «Un quadro in parte legato alla bassa esposizione mediatica di Conte che, tuttavia, potrebbe subire dei forti cambiamenti qualora dovesse assumere il ruolo di capo politico dei pentastellati», a detta del sondaggista. 

EMG Acqua per Agorà | La fiducia nei leader, 25 marzo 2021

A seguire il leader della Lega, Matteo Salvini, fisso dalla scorsa settimana al 34% delle preferenze. Guadagnando l’1% su base settimanale, anche un altro leghista raccoglie la fiducia del 34% degli italiani: si tratta del governatore del Veneto, Luca Zaia. Con il 33% delle preferenze segue il presidente dell’Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, mentre restando sul fronte dem, il segretario del Partito Democratico, Enrico Letta perde un punto, attestandosi al 31% delle preferenze. A chiudere la classifica il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, che perde un punto e raccoglie il 26% della fiducia degli elettori. 

Leggi anche: