Coronavirus, i vaccini di Johnson & Johnson in Italia dal 16 aprile. Dissequestrate 393 mila dosi di AstraZeneca

Il lotto era stato bloccato su disposizione della procura di Biella

Il commissario per l’emergenza Coronavirus, generale Francesco Paolo Figliuolo, «mi ha detto che i vaccini Johnson & Johnson arriveranno in Italia dal 16 aprile». La notizia arriva dal presidente del Consiglio regionale della Liguria, Gianmarco Medusei, che ne ha parlato con i giornalisti a margine dell’inaugurazione del maxi hub vaccinale della Fiera di Genova. «Inutile negare che ci siano ancora tante problematiche, ma bisogna accelerare con i vaccini per poter ripartire», ha aggiunto Medusei.


Sempre sul fronte dei vaccini anti-Covid, è di oggi la notizia che sono state dissequestrate le 393.600 dosi di AstraZeneca che erano state bloccate su disposizione della procura di Biella. Le dosi in questione sono quelle del lotto ABV5811, fermato per controlli in seguito al decesso di Sandro Tognatti, l’insegnante di musica di Biella morto 17 ore dopo la somministrazione della prima dose del vaccino anti-Covid. L’autopsia aveva successivamente escluso legami tra il decesso e la somministrazione del vaccino.

Leggi anche: