I funerali del principe Filippo, il nipote Harry torna dalla Royal Family. Meghan, incinta, resterà in California

Il viaggi del duca di Sussex dovrebbe avvenire a bordo di un jet privato. All’arrivo, potrebbe ricevere un’esenzione da diplomatico per saltare il periodo di quarantena anti-Covid previsto per i passeggeri che arrivano dagli Usa

Esplodono le salve di cannone in tutto il Regno Unito e nei territori d’oltremare: è l’omaggio del Regno al principe Filippo, morto ieri, 9 aprile, all’età di 99 anni. È il primo di otto giorni di lutto che porteranno ai funerali in forma privata alla St George’s Chapel del Castello di Windsor. Alla cerimonia funebre, stando alle regole anti-Coronavirus, non potranno partecipare più di 30 persone. Tra loro, salvo grossi impedimenti, ci dovrebbe essere il nipote di Filippo, Harry, il quale ha rinunciato ai titoli reali trasferendosi a Los Angeles con Meghan Markle, sua moglie.


Quest’ultima, invece, in attesa del secondo figlio, dovrebbe restare in California. È da circa un anno che i duchi di Sussex non incontrano la famiglia reale. Secondo i tabloid britannici, Harry, «unito nel dolore con la sua famiglia», starebbe sbrigando i preparativi per volare in Regno Unito. Nelle ore successive alla morte del nonno, Harry ha avuto dei colloqui telefonici con suo padre, Carlo d’Inghilterra, e con le cugine Beatrice ed Eugenia di York. «Ha detto che vuole stare insieme alla famiglia e sta già prendendo accordi per tornare a casa», ha rivelato una fonte vicina alla Royal Family al tabloid The Mirror.

La gravidanza di Meghan

Meghan non dovrebbe invece partecipare al funerale. La causa sarebbe proprio la gravidanza, arrivata a un buon punto: il parto è atteso per questa estate. La moglie di Harry eviterebbe così un viaggio lungo e stancante. Per quanto riguarda il volo, è molto probabile che Harry viaggi verso Londra a bordo di un jet privato. Al suo arrivo nel Regno Unito, dovrebbe essergli concessa un’esenzione diplomatica per rinunciare alle normali regole di quarantena che si applicano ai passeggeri provenienti dagli Stati Uniti.

L’autoisolamento di Harry

Pare che per non mettere a repentaglio la sicurezza della Royal Family durante il funerale, Harry abbia già iniziato il periodo di autoisolamento, non appena ricevuta la notizia del ricovero del nonno, nella sua villa da 11 milioni di sterline. Harry dovrebbe comunque sottoporsi a due tamponi, uno alla partenza e uno all’atterraggio. Restano ignote le coordinate della sua permanenza nel Regno Unito: non si sa dove il nipote di Elisabetta II alloggerà né per quanto tempo.

Il cordoglio dei duchi di Sussex

Anche i giornali americani confermano che il nipote di Filippo sarà al più presto insieme al resto della famiglia. «Harry era estremamente vicino a suo nonno – racconta una fonte al New York Post -. Ovviamente ci sarà, non importa quanto difficili siano i rapporti tra i Sussex e la famiglia». Intanto, nella mattinata di oggi, 10 aprile, la coppia ha fatto cambiare l’homepage del proprio sito web, archewell, dedicandola a sua altezza reale il duca di Edimburgo: «Grazie per il tuo servizio… ci mancherai moltissimo», è il testo del breve commiato dei due.

Leggi anche: