SpaceX, ammaraggio notturno degli astronauti di ritorno dall’Iss: non succedeva dal 1968

L’ultimo tuffo di notte era stato quello dell’equipaggio dell’Apollo 8, il primo a orbitare attorno alla Luna

Un tuffo notturno dopo oltre 50 anni. La capsula Crew Dragon di SpaceX, con a bordo i quattro astronauti provenienti dalla Stazione Spaziale Internazionale (Iss), è atterrata nel Golfo del Messico, al largo di Panama City. L’ammaraggio è il primo ad avvenire in questo modo dal 1968: l’ultima volta che un equipaggio è caduto in acqua di notte era stato quello dell’Apollo 8, i tre astronauti che per primi orbitarono attorno alla Luna.


Si tratta anche del primo lancio sulla Iss dagli Stati Uniti dalla fine del programma Space Shuttle nel 2011, nonché la prima missione con equipaggio gestita da una compagnia privata, quella di Elon Musk. «Bentornati sulla Terra Victor Glover, Mike Hopkins, Shannon Walker e Soichi Noguchi», ha scritto SpaceX in un tweet, nel quale è allegata la diretta video della Nasa.

A soccorrere gli astronauti, che hanno fatto sapere di stare bene, sono state diverse navi della missione. L’equipaggio era rimasto oltre 160 giorni nello spazio e il volo di ritorno sulla Terra è durato circa sei ore. Gli americani Hopkins, Glover e Walker e il giapponese Noguchi sono stati lo scorso novembre i primi astronauti di una missione “operativa” a essere trasportati sulla Iss dalla compagnia spaziale di Elon Musk. Altri due americani avevano già effettuato il viaggio di andata e ritorno a bordo della Dragon nel 2020, durante una missione di prova di due mesi sulla Stazione spaziale internazionale.

Immagine di copertina: EPA/BILL INGALLS

Leggi anche: