Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

La prima foto del satellite cinese che precipita fuori controllo, lo scatto dall’osservatorio italiano

L’immagine è stata catturata dall’astrofisico italiano Gianluca Masi da un telescopio in provincia di Frosinone

Quel puntino di luce nello spazio pesa 20 tonnellate e secondo gli esperti è abbastanza grande da potersi schiantare sulla Terra. Si tratta del razzo cinese Lunga Marcia 5B, fotografato per la prima volta dall’astrofisico italiano Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope, grazie a un potente telescopio situato a Ceccano, in provincia di Frosinone. La foto è l’unica immagine al momento disponibile della caduta incontrollata del razzo verso il pianeta che, lo scorso 29 aprile, aveva portato in orbita il primo modulo della stazione spaziale cinese Tianhe-1. Dopo la missione, gli esperti si aspettavano che il mezzo attuasse una manovra attiva per deorbitarsi, ma non è accaduto. Le probabilità che qualche detrito del razzo raggiungano il suolo terrestre sono aumentate e nelle ultime ore i calcoli effettuati dal Comando di Difesa Aerospaziale del Nord-America hanno stabilito che il rientro nell’atmosfera del razzo è fissato per le ore 01:13 italiane del prossimo 9 maggio. L’orario è destinato a cambiare nelle prossime ore e non è escluso il rientro in acque aperte come in zone popolose.


Leggi anche: