Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Estate 2021, il bonus vacanze arriverà fino a 500 euro: ecco come ottenerlo – La guida

Si punta ad “allargare” il bonus vacanze rendendo possibile chiedere sconti direttamente alle agenzie di viaggio o ai tour operator. Si vuole aprire a tutti, anche a chi non ha fatto in tempo a richiederlo lo scorso anno

Quella del 2021 potrebbe essere l’estate della ripartenza. In molte regioni il programma di vaccinazioni contro il Covid prosegue spedito, i contagi stanno calando e per questo sono milioni gli italiani che stanno già pensando a dove andare in vacanza. In questo articolo vi abbiamo raccontato che i giovani probabilmente opteranno per Sicilia e Sardegna ma anche Canarie e Islanda. Chi deciderà di restare nel nostro Paese, tra l’altro, potrà usufruire del bonus vacanze: fino a 500 euro per le famiglie e 150 euro per i single. La novità è che si punta ad allargare il bonus rendendo possibile chiedere sconti direttamente nelle agenzie di viaggio e presso i tour operator (e non più solo in alberghi o B&B, com’è stato fino ad ora).


Bonus “aperto” a tutti

Il bonus vacanze è una misura fortemente voluta dal governo Conte II e che è stata finanziata lo scorso anno con 2,6 miliardi di euro, in gran parte inutilizzati visto che il nostro Paese è piombato in un secondo lockdown, seppur più light rispetto a quello di marzo. La buona notizia è che l’incentivo dovrebbe essere inserito nel decreto Sostegni bis (che il governo dovrebbe varare la prossima settimana, ndr) e potrebbe essere “aperto” a tutti, anche a chi finora non ne aveva fatto richiesta. Al momento, infatti, possono utilizzarlo solo coloro che lo avevano chiesto ed ottenuto entro la fine del 2020. Tra le altre ipotesi sul tavolo del governo anche quello di renderlo spendibile per più vacanze e in diverse strutture turistiche. Al momento non è possibile farlo.


Un bonus flop: spesi solo 829 milioni

APP IO | I numeri del bonus vacanze aggiornati ad oggi, 16 maggio 2021

Il bonus vacanze non ha portato i risultati sperati. Non è stato un successo. Di quei 2,6 miliardi di euro stanziati, ne sono stati spesi 820 milioni: i dati aggiornati a oggi, 16 maggio, parlano di 1.885.802 bonus generati, 780.579 sono invece quelli effettivamente utilizzati per un controvalore economico di 829 milioni di euro.

Come può essere speso, da chi e fino a quando

Il voucher – per chi non lo sapesse – poteva essere richiesto direttamente dall’app IO e consisteva nell’80% di sconto immediato presso la struttura turistica (hotel, villaggi turistici, agriturismi, campeggi e b&b) mentre il restante 20% poteva essere scaricato come detrazione di imposta. Poteva essere richiesto solo dai nuclei familiari con un reddito Isee non superiore ai 40 mila euro (per certificarlo serve generare la dichiarazione sostitutiva unica che può essere richiesta facilmente presso qualsiasi Caf a costo zero). Al momento – come si legge dall’app IO – è utilizzabile fino al 31 dicembre 2021.

Come richiederlo e a quanto ammonta l’importo

Il voucher dovrebbe restare digitale anche in questa seconda fase e non dovrebbe cambiare nemmeno l’entità dell’importo. Si andrà da un massimo di 500 euro per le famiglie composte da tre o più persone ai 300 euro per le coppie fino ai 150 euro per i single. Insomma, ce n’è per tutti i gusti. Per richiederlo serviva (e servirà) l’app IO, un’identità digitale Spid (Sistema pubblico di identità digitale) o la CIE (Carta d’identità elettronica). Per utilizzare il bonus basta mostrare il voucher digitale, direttamente dall’app IO del proprio telefono, all’albergatore al momento in cui si paga il soggiorno. Ovviamente gli albergatori devono prima aderire all’iniziativa. Al momento non sono tantissimi ma ci sono persino strutture di lusso.

Foto in copertina: THE TRAVEL NOOK/UNSPLASH

Continua a leggere su Open

Leggi anche: