Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Sempre peggio: gli avvoltoi no vax volteggiano anche sulla morte di Carla Fracci

Avrebbe compito 85 anni ad agosto, stroncata da una malattia che teneva nascosta. Per i NoVax è colpa del vaccino anti Covid

Carla Fracci è morta il 27 maggio 2021. Secondo quanto riportato da La Stampa, si apprende che stava male da diversi giorni e che fosse sua la scelta di mantenere uno stretto riservo sulle sue condizioni. Era malata da tempo, come racconta il figlio Francesco Menegatti in un’intervista dove ringrazia gli operatori sanitari che si erano occupati della madre anche per le cure palliative. In nessun caso viene citata la vaccinazione anti Covid19, ma c’è chi ha cercato di associare quest’ultima con il decesso dell’artista.


Un articolo di Secondopianonews dove nel titolo si riporta che Carla Fracci è morta e che aveva fatto il vaccino, a febbraio però.

L’utente Lucia riporta nel suo post lo screenshot di una galleria fotografica di TGCom24 dove si riporta la data della vaccinazione anti Covid19 di Carla Fracci. Si tratta della prima dose, ovviamente, e Lucia invita a fare un calcolo:


Era il 18 febbraio e la “regina della danza” ci è andata coi piedi suoi a fare la sua prima dose, sperando che “gli scettici si ricredano”. Fatevi due calcoli per la tempistica della inoculazione della seconda. Ricoverata nelle ultime ore in gravi condizioni, oggi è morta. Ma…aveva 84 anni: certo non c’è “nessuna correlazione”. (Milva e – verosimilmente – Battiato idem. Che casualità)

Liliana Segre aveva ricevuto nello stesso giorno di Carla Fracci la prima dose del vaccino, annunciando la seconda in un’intervista del 9 marzo 2021: «Nessun dolore, nessun effetto collaterale. Ora, a giorni riceverò la seconda dose. Sono stata contenta di averci messo la faccia perché sono molto favorevole a che tutti si vaccinino, anche quelli che di solito sono contrari». Considerando che in quel periodo agli over 80 venivano preferibilmente somministrati i vaccini Pfizer e Moderna, per questi la seconda dose doveva essere fatta dai 21 ai 28 giorni dopo la prima.

Il post di Elisa: «84 anni… Top nel mondo della danza… Peccato che sei inciampata nel vaccino»

A proposito di Liliana Segre, anche lei viene presa di mira. Nel post dell’utente Gaby si ricorda che aveva ricevuto la dose del vaccino anti Covid19 nello stesso giorno di Carla Fracci, scatenando commenti come quello dell’utente Mago: «Aspettiamo che muoia la segre, allora! È questione di ore? Ah ah». L’utente Sara “immagina cose”: «Come mai la Segre niente? Si sarà fatta una rinfrescatina di fisiologica, mica è scema».

Fisiologica alla Segre e il vaccino vero a Carla Fracci? Una teoria rilanciata anche dall’utente Roberto nel suo post: «Per i vip è previsto il lotto placebo, salvo errori…».

In uno dei tanti meme condivisi su Facebook troviamo quello che riporta il nome di un canale Telegram: «Unisciti al canale Telegram Amore Verità Libertà @Diegodibonito». L’amministratore del canale riporta nel suo post una delle tesi più in voga dai NoVax: «Mi raccomando salvate i bambini da questo sterm. di massa!».

Nulla di nuovo, i NoVax ci provano e continueranno a farlo pur di diffondere paura sui vaccini senza avere alcuna prova a sostegno delle loro accuse. Non è nuovo, purtroppo, anche quel senso di «augurio di morte da vaccino» per dimostrare le loro credenze.

Leggi anche: