Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Vaccini, Moderna chiede l’autorizzazione all’Ema per i ragazzi fino ai 12 anni: «Efficace al 100%»

Lo studio TeenCove eseguito dall’azienda americana ha testato il vaccino su 2.500 ragazzi. Ora sarà compito dell’ente regolatore europeo stabilire efficacia e sicurezza anche per i più giovani

A poco più di 10 giorni dall’annuncio dell’efficacia del vaccino anti Covid Moderna anche sugli adolescenti, l’azienda americana fa sapere di aver consegnato ufficialmente tutti i dati all’Ema. Dopo l’ok a Pfizer, l’ente regolatore europeo ora avrà il compito di valutare l’efficacia e la sicurezza del secondo vaccino per gli under 18 fino ai 12 anni. «La richiesta è basata sullo studio di fase 2/3 del vaccino (mRNA-1273)» fa sapere l’azienda nella nota diffusa, «ed è stata osservata, nei quasi 2.500 adolescenti che lo hanno ricevuto, un’efficacia del vaccino pari al 100% quando si è utilizzata la stessa definizione di caso dello studio di fase 3 negli adulti». I dati diffusi da Moderna lo scorso 25 maggio erano stati raccolti dallo studio TeenCove eseguito dall’azienda sui più giovani: «Non si sono osservati casi di Covid-19 dopo le due dosi di vaccino», avevano fatto sapere, «coerente con un’efficacia del vaccino del 100%. Del 93% dopo la prima dose».


«Chiederemo l’ok alle agenzie regolatorie di tutto il mondo»

«Abbiamo inoltre chiesto l’ok anche a Health Canada e richiederemo un’autorizzazione d’emergenza all’Fda degli Stati Uniti e alle agenzie di regolamentazione di tutto il mondo per questa importante fascia di popolazione», ha annunciato Stephane Bancel, Chief Executive Officer di Moderna. Si tratta della seconda azienda produttrice di vaccino anti Covid a condurre una sperimentazione sulla fascia degli adolescenti. Prima della casa americana, Pfizer aveva fatto da apripista, consegnando all’ente regolatore europeo gli ottimi risultati ottenuti dalla sperimentazione sulla fascia fino ai 12 anni. Il 28 maggio scorso l’Ema ha dato il via libera al vaccino Pfizer per gli adolescenti, cinque giorni dopo anche l’Italia ha aperto le prenotazioni per i più giovani raccogliendo fin dalle prime ore un gran numero di adesioni.


Leggi anche: