Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Black Lives Matter, la bufala di Araceli Hernandez picchiata da George Floyd

Una bufala circolata nel 2020 viene rilanciata nel 2021 in Italia contro i Black Lives Matter e George Floyd

Si torna a parlare di Black Lives Matter e di George Floyd, a seguito delle polemiche sui giocatori della nazionale italiana che non si sono inginocchiati prima del fischio d’inizio della partita contro il Galles. Una recente bufala circolata in Italia, questa volta diffusa anche dall’area QAnon di Twitter attraverso un meme, è quella di una donna incinta di nome Araceli Hernandez che sarebbe stata picchiata brutalmente da George Floyd. Secondo il racconto riportato nel meme, che riscontriamo diffuso in una versione diversa nel 2020, Floyd sarebbe entrato nell’abitazione della donna per cercare «droga e denaro», minacciandola, puntandole una pistola alla pancia. Non c’è alcun riscontro sulla vicenda e la foto utilizzata per diffondere il meme è quella di una donna spagnola che nulla ha a che vedere con George Floyd.

Per chi ha fretta

  • La ragazza nella foto è una studentessa americana violentata a Madrid nel 2018.
  • Una donna di nome Aracely Hernandez è presente in un caso giudiziario riguardante George Floyd, dove quest’ultimo si dichiarò colpevole.
  • Nel caso di Aracely Hernandez, George Floyd non venne accusato di violenza o di sequestro di persona.

Analisi

La foto risale al 2018 e riguarda l’americana Andrea Sicignano, studentessa di 27 anni vittima di violenza sessuale nel quartiere di Aluche, Madrid. La sua storia viene riportata da El Pais in un articolo del 26 dicembre 2018. A diffonderla era stata la stessa Andrea con un post Facebook del 19 dicembre.

Articolo El Pais Sicignano violenza Madrid

Andrea, che viveva a Madrid da sei mesi, si era trovata in difficoltà nel tornare a casa alle 4 del mattino e si era affidata a un uomo che si era reso disponibile per aiutarla. Quando si rese conto del pericolo, venne violentemente picchiata e si finse morta nella speranza che il carnefice smettesse di colpirla. Nel concludere il racconto, Andrea afferma di aver subito uno stupro da parte dell’uomo («He raped me»).

Post stupro violenza sessuale Sicignano Andrea Madrid
Il post di Andrea dove denunciava la violenza subita a Madrid.

Aracely Hernandez e George Floyd

Il nome non è nuovo, infatti se ne erano occupati i colleghi di UsaToday lo scorso luglio 2020. Esiste davvero una donna di nome Aracely Hernandez (non Araceli) che risulta legata alle vicende giudiziarie di George Floyd, ma riguarda un episodio di rapina aggravata che lo stesso Floyd ammise di aver compiuto dichiarandosi colpevole nel 2009. Per l’uomo ucciso dalla polizia americana nel 2020 non ci furono accuse di rapimento o aggressione nei confronti di Aracely. Ciò che risultava già nel 2020 era l’utilizzo della foto di Andrea per diffondere la bufala della violenza.

Dettaglio meme bufala George Floyd Hernandez

La rabbia della vera vittima di violenza

La bufala circolava già nel 2020 con la foto di Sicignano, la ragazza violentata nel 2018. La stessa aveva pubblicato un post Facebook per denunciare l’orribile sfruttamento della sua storia per la diffusione di una notizia falsa:

There has been a photo of me circulating around on the internet since yesterday. The photo was taken of me in a hospital bed in Spain after being violently beaten and raped by a stranger. I posted my story over a year ago to use my voice to spread awareness and encourage other women to speak out about the injustices they’ve faced.

Today my photo is being used as political propaganda/click bait to make people believe that George Floyd deserved to die. I am disgusted and humiliated, not for myself, but for my country.

In less than 12 hours, over 7,000 people shared my photo in order to sensationalise a story. Many people captioned the photo with something along the lines of: “Look what the media is not telling us!!! Look what this monster did!!! We need to do our own research and not let the media control us!

Il post di Andrea Sicignano dove si sfoga per la bufala su Floyd
Il post in cui Andrea se la prende per la strumentalizzazione della sua vicenda per diffondere la bufala

Il meme e il testo della bufala

Ecco il testo del meme:

Let me introduce you to Araceli Hernandez. She was a girl that was kidnapped by George Floyd and brutally beaten During a home invasion! George and his accomplicessearch her apartment for drugs and money, She was pregnant at the time and George put a gun to her belly and asked ifshe wanted her baby to live or die. I bet you never saw this story on the main stream Democrat owned lying media?

Conclusione

La storia di George Floyd che avrebbe puntato un’arma da fuoco contro una donna incinta per poi colpirla violentemente risulta falsa e le accuse contro l’afroamericano ucciso dalla polizia americana nel 2020 erano diverse. La foto utilizzata nel meme è quella di una studentessa violentata a Madrid nel 2018.

Leggi anche: