Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

L’appello a Conte e Grillo di 19 senatori del M5s: «Speriamo che le loro posizioni possano conciliarsi nel nome dell’unità»

Diciannove senatrici e senatori pentastellati chiedono al fondatore e all’ex premier richiedono un «incontro a breve» per superare le difficoltà attuali del Movimento

Dopo il tentativo di mediazione di Di Maio con Giuseppe Conte, tra l’ex premier e il fondatore del M5s Beppe Grillo continua la fase di gelo, inconciliabile. Entrambi si dicono pronti a incontrare i parlamentari, ma in momenti diversi e in posti separati. Il disgelo sembra essere sempre un’ipotesi sempre più remota. Nel mezzo, tra i parlamentari e i senatori pentastellati continua a crescere la tensione, l’allarme e anche i reciproci sospetti. “Chi seguirà chi? in caso di “scissione”? Non è dato ancora saperlo. Non prima che Grillo e Conte abbiano chiarito le loro posizioni e cosa intendono fare. E in questa polveriera di stelle, 19 senatrici e senatori del M5s hanno deciso di diramare una lettera-appello rivolta al fondatore del M5s e all’avvocato di Volturara Appula, richiamando all’unità e a chiarire le rispettive intenzioni. «In un momento di estrema difficoltà per il Paese – si legge nella lettera – come Senatrici e Senatori del M5s sentiamo il dovere di richiamare tutti all’unità e alla ricomposizione». La richiesta è quella di un «incontro a breve», per andare «oltre le difficoltà attuali, nella consapevolezza che il Movimento ha necessità di innovarsi e ristrutturarsi e nella speranza che le posizioni di Beppe Grillo e di Giuseppe Conte si riconcilino».


Leggi anche: